Corriere dello Sport: “Mancini attento, Iachini punta su Vazquez-Gilardino. Il Mudo re degli assist in campionato”

Corriere dello Sport: “Mancini attento, Iachini punta su Vazquez-Gilardino. Il Mudo re degli assist in campionato”

Riflettori puntati su Palermo-Inter per il quotidiano sportivo

Commenta per primo!

Il Palermo torna a giocare davanti al proprio pubblico. Questa sera la squadra di Beppe Iachini affronterà al Renzo Barbera, dopo la vittoria maturata sul campo del Bologna, l’Inter di Icardi e Jovetic. E a formare l’attacco titolare saranno Franco Vazquez e Alberto Gilardino. “Franco ha appena cominciato a segnare e non vuole fermarsi proprio ora, che con un morale diverso può tornare a bussare alla porta di Conte. Gila, ex milanista, ha punito l’Inter 7 volte in carriera, l’ultima in maniera sanguinosa, con la rete dell’impresa del Bologna a San Siro (1-0 nel 2012/13). Sul nuovo asse Vazquez-Gilardino, Iachini sta rimodellando gli schemi del Palermo uscito dalla crisi sei giorni fa grazie a una vittoria firmata proprio dall’italo argentino. Se Vazquez è il tocco in più di cui i rosa hanno bisogno per diventare imprevedibili, il ‘violinista’ è in fondo l’uomo che plasma la struttura di gioco dell’intera squadra. […] Su questa intesa che sta nascendo, il Palermo fonda la sua speranza di continuità – scrive l’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’ -. Continuità innanzitutto di formazione, che stasera sarà quasi certamente confermata in toto rispetto a Bologna, continuità soprattutto di risultati, essenziale per lavorare senza ansia sul progetto di Zamparini che prevede, anche in futuro, il lancio di giovani promesse. Intanto, si va avanti con le certezze fornite dagli ultratrentenni Sorrentino, Maresca e Gilardino. Più il talento del Mudo nel pieno della sua maturità. Se Iachini dovrà guardarsi da bomber rinomati come Icardi e Jovetic, Mancini dovrà preoccuparsi di Vazquez, re degli assist in campionato ma anche capace di conquistare punizioni importanti (è il giocatore che ha subito più falli, 44, nei maggiori campionati europei) e dalla vena mai seccata di Gila, desideroso di siglare un gol pesante al Barbera dopo il primo inutile ma che lo ha sbloccato, alla Roma. Il fantasista di Cordoba, tra l’altro, l’anno scorso siglò all’Inter di Mazzarri una rete lampo, soffiando palla a Vidic dopo neppure 100” di partita. E sogna di fare il bis, spezzando il singolare tabù che lo vuole più prolifico in trasferta (11 gol su 15 totali) che davanti al pubblico palermitano che lo adora”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy