Coppa Italia, Palermo-Avellino: le probabili formazioni, c’è un ballottaggio. L’ultima per Belotti in rosa? Gli esclusi da Iachini, Struna-Maresca rimangono a casa

Coppa Italia, Palermo-Avellino: le probabili formazioni, c’è un ballottaggio. L’ultima per Belotti in rosa? Gli esclusi da Iachini, Struna-Maresca rimangono a casa

Commenta per primo!

Poche ore al primo impegno che conta realmente. Il tempo degli esperimenti è esaurito e Beppe Iachini ne è consapevole. In casa Palermo si respira un’aria d’attesa: non si aspetta altro che il momento dell’esame, per verificare se le direttive, fin qui impartite dal generale marchigiano e rispettate da Sorrentino e soci, saranno fruttuose o meno. Quella contro l’Avellino in Coppa Italia sarà la prima gara dell’annata in cui conterà vincere, ma – come capitato per le precedente uscite – si tratterà di un match finalizzato ad ottenere risposte, innanzitutto per quanto concerne la tattica. Per non correre rischi, l’allenatore di Ascoli Piceno schiererà sul terreno di gioco del Renzo Barbera la migliore formazione a sua disposizione, sistemando le sue pedine in un collaudatissimo 3-5-2. Del resto non si possono rimediare le magre figure di un anno fa, quando Vazquez e compagni caddero sotto i colpi del Modena, vincitore per 3-0 di fronte all’incredulo pubblico palermitano.

I TITOLARISSIMI E UN DUBBIO – Negli ultimi giorni un po’ tutti i titolarissimi hanno risposto ‘presente‘ all’appello di Iachini. Anche Achraf Lazaar, ormai recuperato del tutto. Fino a martedì, il marocchino aveva dovuto fare i conti con una sindrome influenzale che aveva indotto Iachini ad allertare in via del tutto precauzionale Daprelà. Allarme rientrato, l’ex Varese ci sarà e, insieme a Rispoli, avrà il compito di correre incessantemente sulle fasce. In difesa il dubbio è se schierare El Kaoutari accanto a Gonzalez e Vitiello, oppure far giocare Andelkovic: l’allenatore ascolano scioglierà le riserve tra poche ore, potrebbe optare per l’ipotesi slovena. A fungere da sentinelle in mezzo al campo, invece, Rigoni, Jajalo e Chochev: il bulgaro, accompagnato dall’ex clivense, dovrà dar manforte anche al settore d’attacco, dove figureranno Franco Vazquez e Belotti.

SOLO BELOTTI – Sì, proprio il gallo. Nonostante le insistenti voci di mercato che lo riguardano da diverse settimane ormai, il centravanti di Calcinate non ha smesso un attimo di faticare e sfiancarsi, guadagnandosi incitamenti e parole al miele da parte del suo tecnico. “L’erede di Dybala lo abbiamo già in organico e si chiama Andrea Belotti”, ha dichiarato a più riprese il mister ex Samp. Tramontate quasi del tutto le ipotesi che avrebbero voluto Iachini intenzionato a lasciare in panchina l’oggetto dei desideri del Torino. Le prove effettuate negli ultimi giorni, infatti, hanno detto che Trajkovski trova difficoltà ad agire da prima punta davanti al Mudo, e che Cassini e La Gumina non sono ancora pronti a far parte dell’undici iniziale. E Quaison? Un affaticamento muscolare rimediato a Gijon non gli permette di essere al 100%. Quindi si procede con Belotti, per ora.

GLI ESCLUSI – Tra infortuni, scelte tecniche e cessioni imminenti, sono sei i giocatori non convocati da Beppe Iachini in vista dell’impegno di questa sera. Dai 24 chiamati in causa, rimangono fuori: il terzo portiere Fabrizio Alastra; il difensore ex Carpi Aljaz Struna; i centrocampisti Francesco Bolzoni, Francesco Della Rocca, Enzo Maresca (i primi due non godono di ottimali condizioni fisiche, il terzo escluso per scelta tecnica); l’attaccante portoghese Joao Silva, ormai a un passo dall’essere ceduto.

LUPI AFFAMATI – Ha fatto poca pretattica Attilio Tesser, tecnico dell’Avellino, alla vigilia del match. Durante la conferenza stampa l’allenatore degli irpini ha cercato di caricare i suoi giocatori, illustrando le vie per espugnare il Barbera e fornendo l’undici che verrà schierato in campo dal primo minuto. “In difesa l’unico cambio sarà Rea per Ligi, quest’ultimo ha un problema all’anca. L’ex Varese giocherà perché ha ripreso ad allenarsi prima di Chiosa. Avremo due mastini in difesa. Centrocampo? Antonio Zito giocherà dal primo minuto. So che è un grosso azzardo. Confermata la linea con Gavazzi ed Arini. In trequarti sto valutando la posizione di Soumarè. In avanti? Trotta-Tavano, confermati”, le dichiarazioni di Tesser.

PROBABILI FORMAZIONI
PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, Andelkovic (30% El Kaoutari); Rispoli, Rigoni, Jajalo, Chochev, Lazaar; Vazquez, Belotti. All. Iachini.

AVELLINO (4-3-1-2): Frattali; Nitransky, Biraschi, Rea, Visconti; Gavazzi, Arini, Zito; Soumarè; Tavano, Trotta. All. Tesser.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy