Closing Palermo: perché essere ottimisti, perché essere pessimisti

Closing Palermo: perché essere ottimisti, perché essere pessimisti

Closing Palermo: ecco perché essere ottimisti, perché essere pessimisti. Baccaglini e Zamparini…

1 Commento

Closing Palermo

Contrariamente a quanto ci si attendeva fino a qualche giorno fa, Chievo Verona-Palermo non rappresenterà la prima partita da patron (oltre che presidente) dei rosanero per Paul Baccaglini.

Per il closing dell’affare occorre pazientare ancora un po’. Stando alle ultime indicazioni, si rintraccia nell’8 maggio (sarà lunedì) la data in cui verrà scritta la parola fine a un’operazione che dura da mesi e che ha l’obiettivo di trasferire le quote del club di viale del Fante dal Gruppo Zamparini alla YW & F Global Limited indicata dall’ex Iena lo scorso 19 aprile.

L’ambiente rosanero, che intanto potrebbe ricevere nel week-end la sentenza aritmetica della retrocessione in Serie B, attende con ansia l’annuncio del buon esito dell’operazione. L’affare, per come lo descrivono i protagonisti della vicenda, sarebbe quasi in dirittura d’arrivo, ma non mancano i pareri pessimistici degli esperti. Ecco le due correnti di pensiero.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. nick - 4 mesi fa

    certo che è alquanto singolare che uno diventi presidente prima di aver comprato la società e si faccia una cessione improvvisa senza scadenze caparre e senza penali…
    a naso l’unica cosa evidente mi pare che con sta manovra mz non mette la faccia in una vergognosa retrocessione di cui tutti hanno il sentore fosse stata decisa a tavolino.
    detto ciò fa ridere per non piangere che colui che ha distrutto volontarimente una squadra che era un fiore all’occhiello debba aiutare la nuova società che a detta sua non capisce nulla di calcio a ricostruirsi..
    insomma spero di sbagliarmi ma ad oggi sto tizio mi pare veramente il frontman del friulano d’altronde i cavalli di battaglia di stadi oe centro sportivo qualcun altro li ha già cavalcati per 10 anni..appena le cose andavano male stadio pronto in sei mesi e centro sportivo già fatto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy