Cattani: “Così Dybala mi ha stregato. Racconto tutto sul primo giorno in cui lo vidi giocare”

Cattani: “Così Dybala mi ha stregato. Racconto tutto sul primo giorno in cui lo vidi giocare”

Nell’autunno del 2011 Luca Cattani, allora capo degli osservatori del Palermo, scoprì il talento di Paulo Dybala. “Era settembre quando vidi le prime immagini in dvd e dopo venti giorni.

Commenta per primo!

Nell’autunno del 2011 Luca Cattani, allora capo degli osservatori del Palermo, scoprì il talento di Paulo Dybala. “Era settembre quando vidi le prime immagini in dvd e dopo venti giorni ero a osservarlo dal vivo, il suo Istituto di Cordoba sfidava il Gymnasia e Paulo fece gol su rigore a pochi minuti dalla fine – racconta Cattani alle colonne del ‘Corriere dello Sport’ -. Mi colpì l’attrazione che aveva e che ha nei confronti della porta. E’ la sua qualità più grande: già allora trasformava ogni palla sporca in un pallone d’oro per buttarla dentro. Mi colpì la scaltrezza che aveva in area di rigore, l’abilità nel portare il pallone. E’ un mancino prevalente, fa tutto quasi con il sinistro, ma riusciva ad essere determinante anche con il destro, magari con uno stop”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy