Caso Miccoli: chiesto rinvio a giudizio per estorsione aggravata

Caso Miccoli: chiesto rinvio a giudizio per estorsione aggravata

Secondo il pm Bonaccorso, Miccoli avrebbe messo in movimento il meccanismo di una richiesta estorsiva avanzata nei confronti di un imprenditore.

3 commenti

Ancora guai per Fabrizio Miccoli. La procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di estorsione aggravata dall’agevolazione di Cosa Nostra e dal metodo mafioso.

Secondo il pm Bonaccorso, l’ex capitano del Palermo avrebbe messo in movimento il meccanismo di una richiesta estorsiva avanzata nei confronti di un imprenditore palermitano. Il Romario del Salento avrebbe sollecitato Mauro Lauricella, figlio del boss Antonino, a utilizzare metodi spicci per chiedere la somma di denaro pretesa da un ex fisioterapista del Palermo, Giorgio Gasparini.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Willy Wonka Rosanero - 1 mese fa

    Siamo uno dei pochi paesi del mondo occidentale dove il sistema investigativo si basa NON sulla presunta innocenza, ma SULLA presunta colpevolezza.
    Purtroppo una notizia del genere sembra già una condanna prima ancora che il processo abbia inizio…
    Ad ogni modo, mi piace ricordare il Miccoli “giocatore” che ha macinato record con la maglia rosanero piuttosto che sospettare, fino a giudizio scritto, del Miccoli “uomo” che dovrà fare chiarezza su ciò per cui è chiamato a rispondere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. silvio.carabin_640 - 1 mese fa

    Non commento il caso particolare, perché lo deve fare solo la magistratura.
    Certo che i giocatori vivono in un mondo tutto loro e spesso non si rendono conto di ciò che succede loro intorno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rriva60_500 - 1 mese fa

    Ma cosa significa “Miccoli avrebbe messo in movimento il meccanismo di una richiesta estorsiva avanzata nei confronti di un imprenditore palermitano”?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy