Calciomercato Palermo: spunta l’idea Sepe per la porta

Calciomercato Palermo: spunta l’idea Sepe per la porta

Il portiere classe ’91 tra i nomi accostati al Palermo nelle ultime ore, ma il napoletano vuole garanzie.

1 Commento

“Lo ripeto, a questa squadra, a mio avviso serve un portiere”.

Mai una parola fuori posto, ma sempre con molto garbo. Davide Ballardini ha espresso il suo giudizio in merito alla vicenda portieri in casa rosanero: da una parte la società (Zamparini e Faggiano, quest’ultimo autore di un comunicato ufficiale) secondo cui la coppia Posavec-Fulignati è già in grado di conferire le giuste garanzie a un reparto parecchio delicato; dall’altra il parere dell’allenatore, ribadito a più riprese.

addCustomPlayer(‘1p2owe2jw2hip1c6le66a3je5n’, ’03BA02A32D8E4CEC93EFD2AAFD1358E9′, ‘qly3s21tvvd21o8ntjxaq3fdp’, 620, 540, ‘perf1p2owe2jw2hip1c6le66a3je5n-qly3s21tvvd21o8ntjxaq3fdp’, ‘eplayer4’, {age:1408190695000});

Un estremo difensore d’esperienza che possa subentrare a Posavec nel caso in cui il croato desse segnali di incertezza o difficoltà, legittimi per un ventenne. La sensazione è che, alla fine, in quel “vedremo” detto da Faggiano all’intervallo di Palermo-Bari, possa ristagnare una volontà di accontentare il proprio mister.

Faggiano: “Ballardini chiede un portiere? Vedremo. Abbiamo parlato io, lui e Zamparini. Diamo fiducia a Posavec e Fulignati”

Il profilo in questione? Dalla società non è arrivato nessun feedback fin qui, ma l’identikit dovrebbe essere quello tracciato un mese fa circa, quando il direttore sportivo del club di viale del Fante era ancora Rino Foschi (adesso al Cesena): un portiere d’esperienza, carisma, capacità di trasmettere qualcosa ai più giovani e, soprattutto, che non faccia problemi a stare in panchina… Perché, sia chiaro, il campionato lo inizierà Posavec e, non dovessero esserci problemi con l’ex Inter Zapresic, lo concluderà anche. Le possibilità che il secondo estremo difensore non calchi i terreni di gioco sono comunque da tenere in considerazione. Sarebbe questo il primo criterio che allontanerebbe tutti quei portieri in rampa di lancio che hanno voglia di giocare e imporsi in Serie A. Tra questi anche Luigi Sepe del Napoli (’91). Il calciatore originario di Torre del Greco ha prima rotto con la Fiorentina e poi attorno a lui è nata una sorta di caso proprio in seno all’organico dei partenopei. Non ancora chiaro il suo destino calcistico: a Napoli in molti pensano che alla fine rinnoverà e proverà a contendere il posto a Reina, con Rafael sul piede di partenza; altri, invece, credono che sarà proprio Sepe ad andar via nel corso di questa estate. Su di lui l’interesse del Torino (rientrerebbe nell’affare Maksimovic in azzurro) e il Chievo; difficile, ad oggi, pensare che uno come lui decida di andare a Palermo per fare il secondo a Posavec.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andrea Calò - 4 mesi fa

    Ma veramente pensano che un qualunque portiere di livello accetti di venire a fare il secondo ad un ragazzino che non ha mai visto la A?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy