Calciomercato Palermo: Brugman non verrà riscattato, andrà in ritiro col Pescara. E Cigarini…

Calciomercato Palermo: Brugman non verrà riscattato, andrà in ritiro col Pescara. E Cigarini…

La cifra pattuita nel 2015 tra Palermo e Pescara per il riscatto del regista classe ’92 ammontava a oltre 2 milioni di euro. Il calciatore non proseguirà in rosa la sua carriera: andrà in ritiro con gli abruzzesi, proprietari del suo cartellino.

Commenta per primo!

“Non ha espresso ancora il suo potenziale, ne parleremo col Pescara e vedremo il da farsi”.

Due settimane fa, Maurizio Zamparini parlava così di Gaston Brugman nel corso del suo fin qui unico blitz post-salvezza in Sicilia. I due club sembrerebbero aver parlato negli ultimi giorni e, allo stato attuale, filtra parecchio pessimismo. Il riscatto dell’uruguaiano – che ammonta di fatto a poco più di 2 milioni di euro – non dovrebbe essere esercitato dal Palermo, con il calciatore che andrà in ritiro con la squadra abruzzese. Probabilmente il patron del club di viale del Fante sperava di ammorbidire il suo omologo al Delfino, Daniele Sebastiani, che già aveva compiuto un importante affare assicurandosi l’intero cartellino di Ahmad Benali per un milione di euro (in virtù dell’obbligo di riscatto in caso di promozione, condizione verificatasi a seguito della vittoria nei Play-off). Conoscendo il reale valore del centrocampista libico classe ’92 (ben oltre il milione di euro), Zamparini si augurava di riuscire a raggiungere un accordo diverso con gli abruzzesi relativamente a Brugman. Da Pescara, però, il diktat è stato solenne: nessuno sconto, nessuno stravolgimento. O i 2 milioni, o il calciatore andrà in ritiro con Massimo Oddo.

Calciomercato: futuro Maresca. La Salernitana ci prova, l’ex Palermo ci pensa. I dettagli

Brugman raggiungerà Benali e compagni a Rivisondoli (provincia de L’Aquila) il 14 luglio, quando avrà inizio la preparazione atletica della formazione neo-promossa in Serie A.

Con il mancato riscatto di Brugman, il centrocampo diviene di fatto il settore più ‘magro’ dell’organico del Palermo. L’unico sicuro della conferma sarebbe, allo stato attuale, Mato Jajalo, con Hiljemark e Chochev in attesa di giudizio. Intervenire – e bene – sul mercato diviene di vitale necessità: Ballardini – che non reputava Brugman un regista, ma avrebbe provato a schierarlo in quella posizione – si aspetta un faro del centrocampo, un playmaker d’esperienza. Quello di Luca Cigarini sarebbe il primo nome nella lista delle preferenze dell’allenatore, Foschi e Zamparini starebbero valutando la bontà di un’eventuale trattativa con l’Atalanta per il classe ’86.

Calciomercato Palermo: il dopo-Maresca, Ballardini spinge per Cigarini. Foschi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy