Calciomercato Palermo: Bergessio, la rescissione, Schelotto e il trasferimento in Argentina. Ecco cosa è successo negli ultimi giorni

L’attaccante classe ’84 a breve sarà annunciato quale nuovo calciatore del Palermo: ripercorriamo le tappe fondamentali della storia recentissima dell’argentino.

1 Commento

Un pomeriggio frenetico, quello vissuto a Milano da Faggiano e dal Palermo, alla disperata ricerca di un attaccante.

Ricevuti innumerevoli ‘no’ e trovate diverse strade sbarrate, i rosanero hanno poi virato su un’opzione che, di fatto, non mette loro fretta: Gonzalo Bergessio che, in quanto svincolato, ha ancora tempo per accordarsi e firmare con una squadra di Serie A. Lo aveva annunciato lo stesso calciatore una settimana fa: “Sono un giocatore libero, per alcuni giorni mi allenerò col Club Atlético Platense, fino a quando non definirò il mio futuro”.

Il C.A. Platense è stato il primo club della carriera dell’ex Catania e in questi giorni si è detto disposto ad accogliere il calciatore per lo svolgimento degli allenamenti. Sì, perché intanto – come scriveva su Instagram – lo stesso Bergessio rescindeva il contratto che lo legava ai messicani dell’Atlas.

In Sud-America raccontano di una sofferenza vissuta dal classe ’84 in occasione della sua ultima esperienza calcistica. Trenta le presenze e appena quattro le reti messe a segno dal giocatore soprannominato ‘El Toro‘ che il 24 di agosto ha detto “basta“. Da quel momento ha avuto inizio una sorta di ricerca alla squadra che mostrasse maggior gradimento rispetto all’ipotesi di tesserarlo. Bergessio racconta di aver parlato anche con Guillermo Barros Schelotto, attuale allenatore del Boca Juniors. Vi potevano essere le basi per un trasferimento agli Xeneizes, almeno queste sembravano essere le speranze di Bergessio, il quale però non ha più ricevuto la risposta definitiva da ‘Los Bosteros‘. Nello scorso week-end, dunque, la decisione: andare in Italia, presentarsi agli hotel del mercato e proporsi alle società che necessitassero di un centravanti della sua esperienza. ‘No’ del Chievo, porta socchiusa da parte del Pescara e, infine, ecco il Palermo, reduce dalle “scottatureBalotelli-Cassano. Accordo raggiunto e ufficialità che arriverà nelle prossime ore. Bergessio torna in Italia dopo una stagione (l’ultima volta, nel 2014-15, con la maglia della Sampdoria ha disputato 24 partite e siglato due reti), in Sicilia dopo due: le strade di Bergessio e Catania si divisero nel 2014 a seguito della retrocessione degli etnei in Serie B.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. marcus2 - 4 settimane fa

    Ma cosa ce da commentare ,non segna neanche a porta vuota davvero fa rabbia vedere cose del genere e vedere o sentire gente che fa finta di essere contenta per non urtare la suscettibilità del presidente ,siamo un popolo con poco amor proprio e non sappiamo ribellarci al padrone di turno come la storia insegna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy