Calciomercato: Borriello e la “comunicazione” dell’Atalanta. Spuntano gli Stati Uniti

L’attaccante classe ’82 avrebbe fatto sapere ai bergamaschi di preferire l’Atalanta al Palermo, La Dea non ha ancora detto sì. E spunta una probabile destinazione negli States.

1 Commento

Il caso Borriello non conoscerà risoluzione nel breve periodo. Saranno necessarie altre settimane di trattative per conoscere la sua prossima destinazione, anche se una certezza già sarebbe emersa: il Palermo avrebbe definitivamente abbandonato la pista relativa al centravanti napoletano.

I rosanero hanno infatti incassato il ‘no‘ da parte dell’attaccante classe ’82 che, oltre a preferire di gran lunga l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, non si accontenterebbe dell’ingaggio propostogli dai siciliani (qui l’offerta formulata da Rino Foschi).

Calciomercato Palermo: situazione José Angulo. Foschi vuole sia il nuovo Cavani, i rosa hanno un asso nella manica

Nella giornata di ieri l’ex calciatore – tra le altre – di Juventus e Roma ha raggiunto Milano per incontrare personalmente sia Atalanta che Palermo. Ai rosa avrebbe rifilato un secco diniego, mentre ai bergamaschi avrebbe sottolineato la bontà delle sue prestazioni dell’ultimo semestre (15 presenze e 4 goal). La Dea, che comunque apprezza le doti del giocatore, gli avrebbe tuttavia fatto notare che nell’organico nerazzurro siano già presenti due attaccanti di ruolo, Pinilla e il neo-arrivato Alberto Paloschi (comprato per 7,5 milioni di euro dallo Swansea di Guidolin). La situazione si sbloccherebbe solamente nel caso in cui il cileno venisse ceduto, ma ogni discorso di questa natura verrà affrontato a fine mese, quando – dopo l’esperienza entusiasmante in Copa América Centenario, vinta dal Cile a discapito dell’Argentina di Messi – Mauricio Pinilla tornerà dalle vacanze.

Borriello potrebbe attendere ancora delle settimane, prima di conoscere il suo futuro. Intanto – come informa l’edizione odierna del Corriere di Bergamo – sullo sfondo si starebbe materializzando un interessamento da parte di un club della Major League Soccer. Del resto il suo agente (Andrea D’Amico, lo stesso di Sebastian Giovinco, ndr) non sarebbe nuovo a operazioni del genere.

9 luglio 2006: dieci anni fa l’Italia era campione del Mondo. I quattro ‘palermitani’ trionfavano a Berlino, ecco cosa fanno adesso

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ora basta con questo fimminaro. Sto tizio non ci interessa per niente

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy