Calcio, allarme rosso: i conti in casa Palermo, 7 milioni ai procuratori. La composizione dei ricavi

Calcio, allarme rosso: i conti in casa Palermo, 7 milioni ai procuratori. La composizione dei ricavi

I conti in casa Palermo, l’inchiesta.

5 commenti

L’inchiesta della Rosea

La Gazzetta dello Sport, quest’oggi in edicola, pubblica uno studio sui bilanci delle società di Serie A. I bilanci vengono approvati e resi pubblici solo diversi mesi dopo la fine della stagione sportiva (e alcuni club posticipano la chiusura a fine anno solare). Pertanto quest’analisi offre una fotografia del campionato di Serie A 2014-15.

I DEBITI – Escludendo il Parma (che di debiti è morto) l’indebitamento al netto dei crediti della Serie A è cresciuto nella scorsa stagione di altri cento milioni, da 1,6 a 1,7 miliardi. In media le esposizioni verso le banche (1,1 miliardi in totale) sono aumentate dell’11% e quelle nei confronti dei fornitori (400 milioni) del 6%. Il guaio è che i debiti virtuosi, a favore di investimenti a medio-lungo termine – sottolinea la Rosea -, sono un’eccezione: l’Udinese ha fatto seguito alla Juventus accendendo un mutuo con Credito Sportivo e Mediocredito (15 milioni a bilancio nel 2014-15) per il rifacimento del Friuli. La ristrutturazione del debito di Inter e Roma, sulla scia di quanto fecero i Glazer col Manchester United, non può lasciare tranquilli i tifosi: i beni nerazzurri e giallorossi sono in pegno agli istituti di credito. Negli ultimi tempi, diverse società come Genoa e Chievo hanno rateizzato le pendenze con il Fisco e altre potrebbero seguirle. Beninteso, non è che in passato il calcio italiano sia stato un esempio virtuoso. Ora, però, il quadro è peggiorato ed è reso ancor più grave dalla scarsità di capitali.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. MrAl - 11 mesi fa

    Guardate che il Palermo è in attivo..”allarme rosso” è riferito all’inchiesta in generale..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rosanero84 - 11 mesi fa

    I debiti del palermo sono stati fatti anche a causa dell’alto costo dei bidoni transitati per viale del fante dopo la finale di roma. Praticamente i loro costi (minusvalenze e ammortamenti) sono stati coperti dalla vendita Dybala! Immaginatevi cosa sarebbe successo se Dybala non fosse esploso o non saremmo tornati in A subito. A quest’ora eravamo a parlare di altro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Louie15 - 11 mesi fa

    Basta che poi viene ‘u Palumma a dire che i ricavi maggiori vengono da abbonamenti e biglietti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. f.bonanno-8_396 - 11 mesi fa

    Questa è una risposta a coloro i quali pensano che Zamparini sia il bene assoluto, purtroppo la verità è che se Zamparini dovesse rimanere presto il Palermo potrebbe fallire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ZAMPAVATTENE!! - 11 mesi fa

    E zamparini ammucca…

    ZAMPARINI VATTENE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy