Budan: “Palermo, non puoi retrocedere per andare dietro al progetto di De Zerbi”

Budan: “Palermo, non puoi retrocedere per andare dietro al progetto di De Zerbi”

Parla l’ex attaccante e team manager dei rosanero, Igor Budan.

2 commenti

“Io credo che non si può retrocedere per andare dietro a un progetto. Per quanto mi riguarda guarderei al progetto settimanale che è quello di fare più punti ogni domenica e alla fine tirare le somme“.

Questo il pensiero espresso da Igor Budan relativamente al sistema di gioco di Roberto De Zerbi, tecnico del Palermo chiamato a far risultato contro il Cagliari per non complicare la situazione. “C’è chi pensa che non sia ammissibile giocare male e fare punti, ma non ci sarà mai un presidente che ti mette in discussione perché hai fatto risultato”, ha proseguito l’ex attaccante croato.

Cagliari-Palermo: Zamparini raggiungerà il ritiro dei rosa in Sardegna, i dettagli

“A Bergamo, partita che tra l’altro ho visto allo stadio, il Palermo ha giocato proprio in maniera sparagnina: ho visto una squadra che si è difesa e che poi ha colpito in una delle pochissime occasioni che ha avuto. Un grande spirito di gruppo, ma anche tanta sana difesa. Difesa non è una parolaccia. Uno può fare tanto possessi palla e poi straperdere. Per il progetto c’è sempre tempo. Si può fare attraverso una processo di crescita che dia fiducia allo spogliatoio. del resto, ho sentito dire a De Zerbi che deve adattare il suo gioco all’organico che ha e mi sembra una giusta osservazione e un’ammissione di voglio di cambiamento. A Palermo, da qualche anno si prendono giocatori low cost e quindi un allenatore deve adeguarsi a quello che la società gli mette a disposizione”, ha concluso Budan.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. mau49 - 1 mese fa

    Capisco che lei e’ ancora uno stipendiato della società Palermo, ed il suo protettore ne e’ presidente,ma guardi che chi ha messo De Zerbi alla guida della squadra è stato il friulano per il suo progetto. Quindi ripristiniamo la verità.De Serbi è stato scelto,al suo capo non l’ha obbligato nessuno.Pertanto ancora una volta il responsabile sappiamo chi è: l’Innominabile di Aiello del Friuli!Stop.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-12957633 - 1 mese fa

    ….rimpiango quei pochi ma decisivi gol di Budan…….Grande
    IGOR.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy