Borriello per Gilardino? Ecco le condizioni. C’è la prima pista per la difesa

Borriello per Gilardino? Ecco le condizioni. C’è la prima pista per la difesa

Il Palermo riflette sul futuro dell’attacco. Foschi potrebbe pescare in B un nuovo centrale per Ballardini.

6 commenti

Il Palermo continua a ragionare sull’attacco della prossima stagione, con l’idea Borriello che stuzzica il management di viale del fante.

I rosanero davanti hanno il campione del mondo Gilardino, inoltre hanno acquistato il capocannoniere del campionato croato Ilija Nestorovski, un bomber esperto ed affermato con 10 gol all’attivo nell’ultima stagione e una scommessa vogliosa di mettersi in gioco nel corso della stagione. Una situazione che in molti tra i tifosi ritengono ideale, ma che non sembra coincidere pienamente coi piani del club. Il bomber biellese ha ancora un contratto di due anni e sarebbe pronto a rispettarlo qualora il club volesse puntare su di lui, ma a pesare è l’ingaggio da 1 milione all’anno. Per questo l’idea di Foschi e Zamparini sarebbe quella di risparmiare almeno un terzo di quella cifra affidandosi ad un altro attaccante d’esperienza, l’ex Milan, Juventus e Roma Marco Borriello. La punta partenopea è reduce da una stagione abbastanza positiva tra Carpi e Atalanta (8 gol, 4 assist e una media gol di una rete ogni 200 minuti) e costa meno di Gila. L’età è identica, i due sono nati a poche settimane uno dall’altro, e anche il livello tecnico è simile, anche se probabilmente Borriello sarebbe più adatto a giocare in mezzo al tridente. Ad ogni modo non si tratta assolutamente di un affare già fatto, anzi, il Palermo al momento attende. Comincerà a lavorarci soltanto nel caso in cui Gilardino trovasse una nuova squadra. Al centravanti campione del mondo sono state accostate ad oggi il Parma neopromosso in C, il Pescara dell’ex compagno di squadra Oddo e l’Udinese che cederà Thereau.

Anche a centrocampo si sta muovendo qualcosa, con la regia che rimane un rebus dopo la partenza di Maresca. Hiljemark è uno dei pochi pezzi pregiati ad avere un certo mercato e non è escluso che possa andar via anche lui davanti a una congrua offerta, ma fino ad allora il casting rosanero sarà più che altro rivolto alla ricerca di un uomo capace di dettare i tempi al centrocampo. Sfumato Padoin, impossibile arrivare a Valdifiori, i nomi rimasti sono quelli di Gnokouri, Scozzarella e Tachtsidis. Il trapanese ad oggi sembra partire davanti agli altri, ma non è detto che Foschi non stia valutando altre piste.

In attesa di chiarire il futuro dell’attacco rosanero, si comincia a guardare anche ad altre zone del campo. In particolare per la difesa il Palermo avrebbe finalmente adocchiato un centrale per completare il reparto. Nelle scorse ore, sarebbero stati fatti passi concreti per il centrale del Livorno, Federico Ceccherini.  In un’intervista rilasciata ai microfoni di Rgs, il classe ’92 ha descritto le proprie caratteristiche.“Giocare in una difesa a tre o a quattro è indifferente per me: ho fatto anche il terzino e sarei pronto a vestire la maglia rosanero. Il mio modello è Cannavaro, sono giovane e posso migliorare ancora. Messaggio ai tifosi del Palermo? Sarei onorato di vestire la maglia del Palermo. La mia destinazione però non dipenderà da me”. Ceccherini non è di certo il centrale esperto che potrebbe alzare il livello del reparto, ma potrebbe rappresentare un’alternativa duttile e a basso costo (è retrocesso in C col Livorno). Secondo Sky Sport anche il Crotone sarebbe interessato al centrale che già nel 2014 sembrava a un passo dal Genoa ed era stato trattato anche dal Palermo. Per la fascia sinistra potrebbe arrivare l’atalantino Brivio.

Per la porta l’idea rimane quella di dare fiducia a Posavec, a meno di eventi rocamboleschi nel corso della preparazione estiva sarà lui il titolare. Più avanti Foschi troverà un secondo esperto da affiancargli, anche se in organico il Palermo ha diversi giovani estremi difensori che potrebbero completare la rosa (Alastra, Marson, Fulignati). Piace Agazzi, che però ha un contratto importante col Milan e da un paio di stagioni gioca pochissimo, ancora più complicato arrivare a De Sanctis. Sul portiere romanista, come per Bizzarri, si registra l’interesse del Pescara.

Mariano Calò

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vincenzo palumbo - 7 mesi fa

    gilardino tutta a vita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giuliano Culotta - 7 mesi fa

    Beh il paragone tecnico è lì a limite Borriello forse un Po più bravo nel dribbling in progressione Gilardino classico centroavanti… Ora bisogna capire se i 194 gol in serie a di Gilardino contro i 95 di Borriello valgono più di 600.000 euro lordi all’anno.. io credo di sì quindi teniamoci Gilardino che a suo di sacrificio e gol si sta facendo amare da tutti malgrado quando fosse arrivato tutti gli erano contro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabio78 - 7 mesi fa

    Come ogni estate negli ultimi anni, il calciomercato del Palermo si svolge accostandogli centinaia di nomi che puntualmente trovano sistemazione in una altra squadretta….
    Bastaaaa, Zamparini vattene!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giuseppe Cusimano - 7 mesi fa

    Il problema non è se vogliamo Gila o Borriello,ma se hai a uno perché prendere un’altro giocatore molto simile?? Pi sparagnare soldini?? Ora Zamparini mi ha fracassato le scatole,dobbiamo fare qualcosa noi veri tifosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Peppe Guttuso - 7 mesi fa

    Lo scorso anno il 90% voleva borriello,ora tutti gilardino! A me importa poco purkè rispetti la maglia e la onori,obiettivamente gilardino l’ha fatto ed è stato tra i poki… Su borriello,un guerriero cm lafferty è stato cacciato x la sua passione “pu pilu”,xk prendono borriello?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Nicola Lazzarino - 7 mesi fa

    Meglio Gilardino, per lui parla la carriera e poi ha già un anno di esperienza a Palermo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy