Bolzoni: “Da bambino ero juventino. Come potevo non innamorarmi di Zidane e Del Piero?”

Bolzoni: “Da bambino ero juventino. Come potevo non innamorarmi di Zidane e Del Piero?”

“Io interista? Veramente no, mio nonno tifava Napoli, solo mia madre per l’Inter. Da attaccante l’idolo era Ronaldo, e il senso di appartenenza mi procurava solo una simpatia per la maglia.

Commenta per primo!

“Io interista? Veramente no, mio nonno tifava Napoli, solo mia madre per l’Inter. Da attaccante l’idolo era Ronaldo, e il senso di appartenenza mi procurava solo una simpatia per la maglia nerazzurra. Ma confesso che a dieci anni mi piaceva la Juve perché vinceva tutto”. A raccontarlo è Francesco Bolzoni, centrocampista del Palermo, intervistato dal Corriere dello Sport alla vigilia del match contro i bianconeri. “Erano i tempi di Zidane e Del Piero, come non innamorarsene? La Juve per me è una storia singolare. Amore a prima vista, poi rivalità e una tradizione negativa – ha aggiunto -. L’unico successo contro i bianconeri è stato in un Parma-­Juventus Primavera. Mai vinto contro la Juve? La prima volta, io non giocai ero in panchina a Siena. L’anno dopo persi 2-­1 nella gara d’andata e al ritorno, con Iachini in panchina incassammo tre gol, abbiamo sempre beccato la Juve migliore, da quattro anni è imbattibile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy