Bilardo elogia Dybala: “Mi ricorda Caniggia, si è formato in Italia come Claudio. Martino deve seguirlo”

Bilardo elogia Dybala: “Mi ricorda Caniggia, si è formato in Italia come Claudio. Martino deve seguirlo”

Le parole dell’ex ct della Se­lec­ciòn argentina.

Commenta per primo!

“Dybala e Higuain si me­ri­ta­no il me­glio, sono for­mi­da­bi­li la­vo­ra­to­ri. E sono un ‘bel pro­ble­ma’ per il c.t. della no­stra Se­lec­ciòn: il pro­ble­ma dell’ab­bon­dan­za di ta­len­to”. Lo ha detto Car­los Sal­va­dor Bi­lar­do intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’ in vista di Juventus-Napoli. L’ex commissario tecnico della Nazionale argentina ha speso parole d’elogio per Paulo Dybala, ex attaccante del Palermo e uomo copertina della squadra di Massimiliano Allegri. “Xavi dice che Dybala ha il dna Barça? Que­sto è un far­del­lo che lui può por­ta­re. Dy­ba­la lo co­no­sco da quan­do ve­ni­va al no­stro campo di Ezei­za ad al­le­nar­si con la na­zio­na­le gio­va­ni­le. E’ un ra­gaz­zo ti­mi­do, ma molto so­li­do, con una buona fa­mi­glia alle spal­le. A me ri­cor­da Ca­nig­gia, che ha gio­ca­to a lungo in Ita­lia e che la pres­sio­ne non la av­ver­ti­va mai – ha dichiarato Bilardo -. Dy­ba­la qui in Ar­gen­ti­na ha gio­ca­to po­chis­si­mo, cal­ci­sti­ca­men­te si è for­ma­to in Ita­lia. Bi­so­gna se­guir­lo, per la Se­lec­ciòn. Come fa­ce­vo io con Tro­glio, Sen­si­ni, Ca­nig­gia, Balbo: an­da­vo e ve­ni­vo dall’Ita­lia, nei cas­set­ti con­ser­vo 16 pas­sa­por­ti pieni di visti. Dy­ba­la è una punta più mo­der­na: negli anni Ot­tan­ta tanti non avreb­be­ro sa­pu­to come schie­rar­lo. In quel mo­men­to, par­la­vo di “punta” e ve­ni­vo con­te­sta­to, mi di­ce­va­no che esi­ste­va­no solo l’ester­no de­stro, il cen­tra­van­ti e l’ester­no si­ni­stro. Ma uno come Dy­ba­la che può gio­ca­re ovun­que? Ades­so per for­tu­na tutto è cam­bia­to”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy