Biava: “Palermo fragile. Lazio, puoi andare in Sicilia con tranquillità”

Biava: “Palermo fragile. Lazio, puoi andare in Sicilia con tranquillità”

L’intervista all’ex difensore di Palermo e Lazio, Giuseppe Biava, in vista della gara del Barbera.

Commenta per primo!

“La Lazio ha stupito tutti. Dopo il caso Bielsa e l’addio di calciatori come Klose, sta facendo bene meritando la posizione in classifica. Inoltre ha una rosa molto giovane con un grande futuro: Immobile, Felipe, Milinkovic, lo stesso Cataldi sono calciatori di grande qualità”.

Parola di Giuseppe Biava. L’ex difensore di Palermo e Lazio, che in Sicilia ha vestito la maglia rosanero dal 2004 al 2008, è stato intervistato ai microfoni di ‘Radiosei’ in vista della sfida in programma domenica, ad ora di pranzo, al ‘Renzo Barbera’.

“La fortuna della Lazio è che non gioca le coppe europee. Tra le squadre in alto in classifica, visto che l’Inter sta continuamente steccando, se la può giocare alla pari con il Milan. Juventus, Napoli e Roma hanno qualcosa in più, ma ad oggi la Lazio è li ed è giusto che lotti. I ragazzi potrebbero peccare di ingenuità, ma con l’entusiasmo che c’è il giovane si esalta. Inzaghi è la persona giusta per allenare questa squadra, con Bielsa avrei visto male la stagioneha dichiarato il doppio ex di turno -. Rispetto alla squadra di Pioli vedo lo stesso entusiasmo. Il campionato è lungo, potrà esserci anche un periodo storto, ma trovandosi li può dire la sua. Ci sono tanti giocatori che non conoscevo e che mi stanno sorprendendo: mi era piaciuto Bastos nelle prime uscite, De Vrij si sa che è uno dei più forti d’Europa. Tutti stanno facendo bene, tutti lottano per lo stesso obiettivo, quindi il singolo viene esaltato. Avendo giocatori duttili si può cambiare l’impostazione anche durante la gara: non è un difetto, a me è capitato con Gasperini e Guidolin, per mettere in difficoltà gli avversari può starci”.

Palermo – “La partita di domenica vede sfidarsi due squadre con umori opposti: la Lazio può andare in Sicilia con tranquillità, il Palermo è fragile, se non riesce a trovare un episodio positivo si fa dura. E poi sarà complicato riuscire a non pensare al derby, se c’è qualche diffidato si fa massima attenzione e ciò può penalizzare. Comunque i tre punti in palio in Sicilia sono importanti per la classifica. Immobile difficile da marcare? Gioca sul filo del fuorigioco, fa mille scatti quindi è uno fastidioso perché non molla mai. Nell’ultimo anno è migliorato tanto tecnicamente; quando lasci campo alle spalle lui può farti molto male”, ha concluso Biava.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy