BELOTTI:”Vi racconto come andavo a scuola”

BELOTTI:”Vi racconto come andavo a scuola”

Andrea Belotti ha parlato della sua vita nel mondo del calcio nell’intervista concessa a Cus Palermo Magazine. “Dal mio ingresso nelle giovanili dell’Albinoleffe in poi ho dovuto fare molti.

Commenta per primo!

Andrea Belotti ha parlato della sua vita nel mondo del calcio nell’intervista concessa a Cus Palermo Magazine. “Dal mio ingresso nelle giovanili dell’Albinoleffe in poi ho dovuto fare molti più sacrifici. Le mie giornate erano scuola e calcio, ma ho preferito portare avanti gli studi, perché nella vita non fa mai male avere un titolo di studio. Può sempre darti una mano, la carriera di un calciatore non dura per sempre, quindi dopo può tornare utile. All’inizio era tutto un gioco – ha raccontato il centravanti rosanero -. Poi quando ho iniziato il campionato Primavera, quando inizi a prendere uno stipendio, capisci che quello può essere anche un lavoro, andando avanti ti ritrovi in un club professionistico che lotta per obiettivi concreti e tutto cambia. Mi sono diplomato geometra l’anno scorso. E’ stata dura perché uscivo da casa alle 6 per andare a scuola e tornavo alle 19 dopo l’allenamento del pomeriggio. In una giornata far combaciare lavoro e scuola non era facile. Per di più se tornato a casa dovevo studiare, era ancora più dura. Però sicuramente col massimo impegno sia a scuola, che a casa, le cose sono risultate molto più facili ed alla fine sono riuscito a diplomarmi. Mi sarebbe piaciuto frequentare Scienze Motorie”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy