Barreto: “Non sono un mercenario, resterei a vita a Palermo. Il gruppo è il nostro segreto”

Barreto: “Non sono un mercenario, resterei a vita a Palermo. Il gruppo è il nostro segreto”

Il capitano del Palermo, Edgar Barreto, è stato intervistato da La Repubblica: tra i temi trattati anche il rinnovo del contratto, in scadenza il prossimo giugno. “A volte la gente ci.

Commenta per primo!

Il capitano del Palermo, Edgar Barreto, è stato intervistato da La Repubblica: tra i temi trattati anche il rinnovo del contratto, in scadenza il prossimo giugno. “A volte la gente ci definisce dei mercenari come se pensassimo soltanto ai soldi. Vorrei che queste persone capissero che questo è il nostro lavoro e, anche se è vero che abbiamo dei buoni stipendi, non giochiamo a calcio per tutta la vita – ha dichiarato il centrocampista paraguaiano -. A me restano quattro o cinque anni di carriera e devo pensare al futuro della mia famiglia quando il calcio non ci sarà più. Io non sono un mercenario. Ho dimostrato quanto tengo a questa maglia e ho la coscienza a posto. Se dipendesse da me resterei a vita al Palermo. L’ho fatto in B figuriamoci se non ho voglia di farlo adesso che le cose vanno bene e che il gruppo è la nostra forza e il nostro segreto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy