Ballardini: “Ho formato Giuseppe Rossi e Cigarini. Alex Sandro? Lo seguivo al Porto, rispecchia la mia idea di calcio”

Ballardini: “Ho formato Giuseppe Rossi e Cigarini. Alex Sandro? Lo seguivo al Porto, rispecchia la mia idea di calcio”

Le parole del tecnico rosanero

Commenta per primo!

Davide Ballardini a tutto tondo. In un’intervista rilasciata a ‘Tuttosport‘, il tecnico rosanero si sofferma ad analizzare la sua situazione (per lui si tratta dell’ennesima esperienza da subentrante) per poi parlare di un giocatore che troverà da avversario domenica sera in Palermo-Juventus. “L’etichetta di ‘subentrante’ non è veritiera. Perché ho fatto 15 anni di settore giovanile programmando, vincendo titoli italiani con Cesena, Parma, Milan. E formando giocatori: Ambrosini, Pepito Rossi, Antonelli, Rosina, Cigarini… E’ vero che in serie A sono subentrato tante volte. Ma a fine stagione a volte me sono andato io e altre no, come a Genova, dove avevamo disputato un campionato straordinario – chiarisce -. Alex Sandro? Lo seguivo già al Porto. Mi è sempre piaciuto perché rispecchia la mia idea di calcio: abilità tecnica, spensieratezza, qualità, forza. Non mi stupisce che sia esploso, anzi… Ma la Juve ha un sacco di campioni: Dybala, Morata, Buffon, Pogba. Hanno tutto per competere per lo scudetto e per la Champions”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy