Avvocato I-Mob Pay: “Prima approfondire contabilità Palermo, poi proposta per acquisire tutto”

Avvocato I-Mob Pay: “Prima approfondire contabilità Palermo, poi proposta per acquisire tutto”

“Non escludiamo di partecipare insieme a un’altra cordata di imprenditori locali o anche di altri Paesi”.

1 Commento

Oltre al director di I-Mob Pay, Sergio Rosciglione (leggi qui), ha parlato dell’interesse dell’azienda con sede a Cardiff anche l’avvocato Anthony De Lisi che nei giorni scorsi ha contattato il Palermo Calcio per rendere pubblico l’interesse del gruppo ad avviare una trattativa per l’acquisto delle quote azionarie del club rosanero.

“Una proposta, credo che se prima non si incontrino le parti, non si possa formulare – ha detto a ilSicilia.it – Anche perché credo che, così come anticipato, il gruppo interessato all’acquisto, prima mio tramite e poi tramite uno staff di altri colleghi e di commercialisti, dovrebbe approfondire anche un aspetto pratico su quello che sono i libri, le scritture, la contabilità della società. Nello specifico, proprio stamattina ho avuto conferma che oggi (mercoledì 2 agosto, ndr) ci sarebbe stata una riunione all’interno della società, a seguito della quale sarò informato sulle modalità e i termini di questo incontro“.

“Il Palermo valutato 70 milioni? Non lo so se i giornali sanno di più del presidente Zamparini, comunque credo che sia anticipare un po’ quello che sono gli elementi reali e oggettivi della vicenda – continua – Dovremmo prima capire effettivamente quale sia la situazione, l’esposizione del Palermo Calcio, e al seguito di questa notizia, credo che il gruppo, da quello che penso di aver compreso dalle indicazioni che mi hanno dato, formulerà la proposta“.

Il legale dell’azienda non esclude la possibilità che I-Mob Pay possa accontentarsi si una quota di minoranza di entrare in una cordata composta da altri imprenditori. “Il gruppo è interessato all’acquisto totale – ha concluso – ma non potrei escludere una possibilità in tal senso, perché credo che la volontà principale, più che un’attività di speculazione, sia una voglia di rilanciare questa nostra bella città e restituire il Palermo Calcio ai palermitani. Quindi non escludiamo che possa anche sorgere l’opportunità di partecipare insieme a un’altra cordata di imprenditori locali o anche di altri Paesi”.

LEGGI ANCHE I-Mob Pay: “Per il Palermo da Hog Kong, ma non possiamo svelare proprietari”

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ippolito - 4 mesi fa

    siete arrivati tardi..prima di voi c’è stata la G.D.F…CHE STA ANALIZZANDO LA CONTABILITà E VARIE ED EVENTUALI ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy