ATALANTA-PALERMO LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT

ATALANTA-PALERMO LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT

Di Mariano Calò
.

Commenta per primo!

Di Mariano Calò

Fortunati quegli spettatori che hanno assistito dal vivo alla splendida gara di Bergamo. Palermo e Atalanta hanno dato vita ad uno spettacolo di prima qualità, spartendosi alla fine un punto a testa che per come si erano messe le cose sta anche un po’ stretto agli ospiti.

SORRENTINO 6 – Subisce tre reti, ma può farci davvero poco. Sfortunato sulla respinta da cui nasce il gol di Moralez, si fa perdonare con la solita prestazione d’alto livello.

ANDELKOVIC 4,5 – Nel primo tempo non sbaglia nulla, aiutato anche da un’Atalanta che non punge. Sulla sua valutazione pesa come un macigno la clamorosa indecisione sul gol del 3-3 di Denis.

MUNOZ 5 – Il rigore probabilmente è più un abbaglio di Orsato che una sua responsabilità, ma quando dalle sue parti l’Atalanta manda sia Denis che Bianchi si trova in difficoltà. Sul 3-2 che riapre la partita viene anticipato da Moralez.

GONZALEZ 6 – L’ex Columbus Crew disputa un primo tempo ordinato e si fa notare anche in fase di impostazione (avvia l’azione che porta al raddoppio). Soffre l’ingresso in campo di Bianchi e lo schieramento a trazione anteriore dei bergamaschi.

MORGANELLA 6 – Spinge, corre, lotta, ma solo nel primo tempo, poi è ridimensionato dalla spinta dei nerazzurri, così Dramé trova spazi importanti.

MARESCA 6,5 – I rosanero fanno girare la palla con sicurezza e qualità. Dalle sue geometrie nascono tante iniziative pericolose, soffre sulla distanza e Iachini lo toglie dal campo per giocarsi il jolly-Belotti.
BELOTTI SV

RIGONI 7 – L’esplosione di Maresca sembrava doverne decretare l’accantonamento, invece da interno è diventato addirittura più importante per lo scacchiere di Iachini. Qualità e senso dell’inserimento al servizio del Palermo.

BARRETO 6,5 – Torna in campo da ex anticipando i tempi di recupero previsti. Il suo dinamismo è linfa vitale per questo Palermo, quando la sua condizione cala la squadra ne risente pesantemente.
DELLA ROCCA SV

LAZAAR 6 – Vince nel complesso il duello con Zappacosta, ma l’atalantino gli crea comunque molti problemi. Positivo nella spinta, qualche problema dietro quando non è assistito da Barreto.

DYBALA 7 – Ennesima prestazione super del Principito. Si inventa il terzo gol servendo un assist da fuoriclasse a Vazquez, per tutta la gara ubriaca Benalouane a forza di dribbling. Imprendibile.

VAZQUEZ 8 – Dopo la magia del 2-0 gli spettatori atalantini saranno costretti a pagare un sovrapprezzo. Troppo economico il costo del tagliando per assistere a uno spettacolo del genere. El Mudo, non contento, è anche l’autore dell’assist per Rigoni sul primo gol ed è puntuale sull’invitante pallone di Dybala che vale il 3-1. Se all’Argentina proprio non serve uno così Conte faccia il possibile per convincerlo ad accettare l’azzurro.

IACHINI 6 – Rigoni e Maresca insieme dal primo minuto sono una bella intuizione e il Palermo del primo tempo è un vero spettacolo per gli occhi. Difficile fargliene una colpa, ma se non avesse perso la calma in occasione del rigore, avrebbe potuto rispondere con maggiore rapidità alle mosse tattiche di Colantuono nella ripresa. Il suo 2014 è comunque un capolavoro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy