Aspettando Palermo-Pescara… di Alessandro Amato

Aspettando Palermo-Pescara… di Alessandro Amato

La prossima gara di campionato dei rosanero vista dal giornalista Alessandro Amato in dieci punti tra il serio e il faceto

Di Alessandro Amato
Alessandro Amato, giornalista Palermo

L’emozione della sconfitta. Il Pescara non ha ancora perso in trasferta. E’ un’emozione da provare. La consiglio. Gli abruzzesi non se ne pentiranno. Troveranno grinta per le successive partite.

Il record di Pillon. Il tecnico del Pescara è Bepi Pillon. E’ un recordman: a Treviso, negli anni Novanta, vinse tre campionati di fila (serie D, C-2 e C-1).

La zona Puscas. A Lecce è entrato in campo all’82’ e subito dopo ha segnato il gol della vittoria. Contro il Cosenza è entrato al 76’ e ha prima colpito l’incrocio dei pali e poi risolto la partita: sei punti in un batter d’occhio. Puscas è decisivo.

Del Sole, sinistro abbagliante. Ho visto l’ultimo quarto d’ora di Pescara-Lecce. Dall’84’, minuto del suo ingresso in campo, Ferdinando Del Sole, 20 anni, ha segnato due gol molto belli. Ha un sinistro molto potente. Serve molta attenzione.

Transenne per Mancuso. Leonardo Mancuso è il bomber della serie B (7 gol). Il suo cartellino è della Juve. Sulla caviglia ha un tatuaggio con la frase di un brano di Bennato: “Se ci credi, ti basta. Perché poi la strada la trovi da te”. Mettiamo transenne in ogni angolo dell’area per chiudere la strada.

Siamo Salvi. Due reti e altre volte è andato vicino al gol. Salvi, nello scorso campionato a Cittadella, aveva segnato cinque volte: ha il vizietto (apprezzabile) del gol. Il suo rendimento (più che sufficiente) può alimentare, a gennaio, l’ipotesi di cessione di Rispoli, che è in scadenza di contratto e che resta (per l’ingaggio alto) il primo nella lista dei possibili partenti.

Il premio Frank. Per riportare il pubblico al Barbera, mi permetto di suggerire un’iniziativa all’ufficio marketing del Palermo: una foto autografata di Frank Cascio da regalare a chi acquista un biglietto. Può funzionare?

La galleria delle figuracce. “Ore decisive per la cessione della società”. La prima volta che è apparso questo titolo avevo 46 anni. Ora ne ho 51. Dovremmo provare ad essere un po’ più precisi.

La vera Sicilia. Gran bel gesto della tifoseria catanese per ricordare le vittime del maltempo. Sbaglia, però, chi dice che i fans rosanero non avrebbero fatto lo stesso. L’hanno già fatto. Nel 2001, se non sbaglio. Al Cibali esposero un grande striscione di solidarietà in occasione della morte di un ultrà etneo vittima di un incidente stradale.

Un golloski, per favore. Caro Aleksandar Trajkovski, non fai gol dal 22 settembre. Ne avevi segnati tre di fila. Perché ti sei fermato? Il Pescara è un bel bersaglio da impallinare. Ti aspetto nel tabellino dei marcatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy