Arsenal: Joel Campbell escluso da Wenger, ancora deluso in tribuna. Zamparini su Gilardino, ma continua a guardare in casa dei Gunners. C’è una deadline

Arsenal: Joel Campbell escluso da Wenger, ancora deluso in tribuna. Zamparini su Gilardino, ma continua a guardare in casa dei Gunners. C’è una deadline

Joel Campbell ce la sta mettendo tutta. Da alcune settimane ormai, si allena senza risparmiar fatiche con l’Arsenal per sovvertire le gerarchie del manager dei Gunners Arsene Wenger. Per ora questa.

Commenta per primo!

Joel Campbell ce la sta mettendo tutta. Da alcune settimane ormai, si allena senza risparmiar fatiche con l’Arsenal per sovvertire le gerarchie del manager dei Gunners Arsene Wenger. Per ora questa è destinata a rimanere solamente un’intenzione, perché fattivamente il costaricense continua ad essere una quinta-sesta scelta nell’attacco dei londinesi. Nei giorni scorsi l’ex Villarreal ha assunto una posizione ben decisa. Resistere alla corte e ai progetti esposti dal Palermo (progetti che gli avrebbero dato sicurezze e garanzie in termini di titolarità) per provare a ergersi a protagonista con la maglia che è stata del suo idolo, Thierry Henry. Nonostante diversi compagni gli abbiano suggerito a più riprese di accettare gli inviti dei rosanero, Joel ha voluto farsi coraggio e mettersi sotto con i sacrifici, consapevole che nella stagione appena iniziata, potrebbe anche fare la spola solamente tra tribuna e panchina.

Ipotesi più realistica che pessimistica per lui che – pur non essendo al top della forma (è tornato meno di un mese fa dalle vacanze post-Gold Cup) – quest’oggi ha rimediato la seconda non convocazione in due turni di Premier. Dopo essersi comodamente seduto in tribuna per la gara interna contro il West Ham sette giorni fa (qui i dettagli), anche in occasione della partita odierna (contro il Crystal Palace, calcio d’inizio alle ore 14.30) il suo nome non figura nella lista dei convocati. Di seguito formazione ufficiale dei Gunners, uomini in panchina e giocatori non convocati.

Formazione ufficiale: Cech; Bellerin, Mertesacker, Koscielny, Monreal; Coquelin, Ramsey, Cazorla; Ozil; Alexis Sanchez, Giroud.

Panchina: Ospina, Debuchy, Gibbs, Gabrrile, Arteta, Walcott, Oxlade-Chamberlain

Giocatori non convocati: Wilshere, Rosicky, Chambers, Welbeck, Joel Campbell, Flamini.

Fonti vicine al calciatore raccontano che Joel sia rimasto particolarmente deluso da questa seconda non convocazione su due giornate di campionato. Il costaricense si attendeva un trattamento ben diverso dal suo tecnico Wenger, il quale nel frattempo smentisce qualsiasi accordo ventilato per il trasferimento del classe ’92. Accordo mai trovato fin qui col Palermo (unico club che si sia mosso concretamente per ingaggiare il ragazzo) perché lo stesso Campbell ha preso la decisione sopra indicata: continuare a inseguire il sogno di affermarsi con la casacca dei Gunners. Impresa, ad ora, abbastanza difficile: ai già presenti attaccanti cui Wenger non può rinunciare (Sanchez, Giroud, Walcott, per fare tre esempi), potrebbe aggiungersi una punta che i londinesi cercano in sede di mercato (i profili più gettonati sono quello di Benzema e Cavani). Zamparini e l’intermediario di mercato Fioriniche mercoledì avevano tentato il tutto per tutto con un blitz nella capitale inglese – osservano la situazione. Dai dirigenti dell’Arsenal avevano ricevuto una sorta di deadline: il 27 agosto, in seno al club dei Gunners, verrà deciso – di concerto con lo staff tecnico – il futuro di Campbell. A quel punto il giocatore potrebbe rendersi conto di correre seriamente il rischio di calcare di rado il terreno di gioco dell’Emirates Stadium. Situazione in divenire. Zamparini lavora per piazzare il colpo Gilardino, ma intanto non distoglie lo sguardo da Londra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy