Arcoleo: “Ho seguito il Frosinone per ‘controllare’ il palermitano Crivello, la mia idea sui ciociari”

Arcoleo: “Ho seguito il Frosinone per ‘controllare’ il palermitano Crivello, la mia idea sui ciociari”

Le parole dell’ex allenatore e giocatore del Palermo. Quattordici anni fa sedeva sulla panchina del Frosinone.

Commenta per primo!

“Il 5 a 1 patito contro il Chievo potrà avere strascichi nella formazione ciociara? Certamente no. Il 5 a 1 non deve fare abbassare la guardia al Palermo. Il Frosinone ha dimostrato di sapere metabolizzare subito i risultati negativi e di saper rinascere dalle ceneri di sconfitte anche pesanti”.

La pensa così Ignazio Arcoleo, ex allenatore sia dei rosanero che dei ciociari, in un’intervista a ‘La Repubblica‘. “Il punto di forza del Frosinone? Dal punto di vista mentale, il poter giocare senza pressioni. Tutti davano il Frosinone per spacciato e invece la squadra è in corsa per un obiettivo insperato. Dal punto di vista tecnico certamente la fase difensiva – ha aggiunto -. Ho visto molte partite del Frosinone perché seguivo Crivello, un giocatore palermitano di Mondello. La forza dei ciociari nasce dal sapere applicare al meglio tutti i movimenti della fase difensiva e di ripartire al momento giusto”.

Frosinone-Palermo: gara dichiarata ad alto rischio dall’Osservatorio manifestazioni sportive, le motivazioni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy