Angelici, pres. Boca Juniors: “Calleri? Fernando Hidalgo deve darsi una calmata, alle volte diventa troppo ansioso. Il Palermo…”

Angelici, pres. Boca Juniors: “Calleri? Fernando Hidalgo deve darsi una calmata, alle volte diventa troppo ansioso. Il Palermo…”

Potrebbero essere giorni decisivi per il futuro di Jonathan Calleri: l’attaccante del Boca Juniors attende di conoscere il nome della squadra con cui giocherà l’anno prossimo. La certezza.

Commenta per primo!

Potrebbero essere giorni decisivi per il futuro di Jonathan Calleri: l’attaccante del Boca Juniors attende di conoscere il nome della squadra con cui giocherà l’anno prossimo. La certezza è che il Palermo di Maurizio Zamparini si muove, da alcuni mesi ormai, per comprendere i reali margini di trattativa, consapevole che per il giocatore – nonostante i diversi attestati di stima ricevuti – vi sono poche squadre alla finestra. Concorrenza ristretta per i rosa, disposti a mettere sul piatto 8 milioni più bonus per convincere Xeneizes. L’offerta partita nei giorni scorsi da viale del Fante, tuttavia, sembra non essere mai arrivata a Buenos Aires. Così asseriscono Daniel Angelici (presidente del club) e Cesar Martucci (segretario generale), i quali hanno anche avuto modo di fissare una data che aprirà di fatto le trattative: da mercoledì 17 giugno, domani, si inizierà a fare sul serio. O meglio, il Boca inizierà a fare sul serio, perché da parte del Palermo vi sono state serietà e professionalità sin dal primo giorno. Lo sanno in viale del Fante, e lo si sa anche a Buenos Aires, dove Fernando Hidalgo, procuratore del centravanti classe ’93, sta adoperandosi per il buon esito della trattativa. Dopo aver riportato al Boca l’offerta avanzata da Zamparini per Calleri, Hidalgo ha inoltre cercato di accelerare i tempi dell’operazione. Un modus operandi non particolarmente gradito ad Angelici, presidente della società argentina. “Sì, gli ho detto di darsi una calmata – ha dichiarato Angelici da quanto tradotto da Mediagol.it -. Hidalgo a volte diventa troppo ansioso e si incaponisce in questioni che sembrano fin troppo chiare. Se nelle scorse ore vi ho detto che l’offerta da parte del Palermo non è arrivata, credetemi. Non è arrivata”. Una dichiarazione che va ad aggiungersi a quelle rilasciate ultimamente da chi si sta occupando della vicenda, ma che di certo non aiuta a ricostruire nel dettaglio la questione Calleri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy