AG. VIVIANI-MEDIAGOL: “Offerta del Palermo era la migliore, ecco la verità. Suo messaggio a Zamparini, quella telefonata…”

AG. VIVIANI-MEDIAGOL: “Offerta del Palermo era la migliore, ecco la verità. Suo messaggio a Zamparini, quella telefonata…”

Le indiscrezioni, il comunicato del club rosanero, quindi le dichiarazioni di Zamparini. L’affare Viviani è saltato: il regista classe ’92 di proprietà della Roma non vestirà la.

Commenta per primo!

Le indiscrezioni, il comunicato del club rosanero, quindi le dichiarazioni di Zamparini. L’affare Viviani è saltato: il regista classe ’92 di proprietà della Roma non vestirà la maglia del Palermo. L’agente del calciatore, Giampiero Pocetta, in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it prova a spiegare la situazione.

Intervista realizzata da Leandro Ficarra

Offerta Palermo migliore in assoluto – “Il Palermo si era mosso brillantemente e con anticipo, contattando prima la Roma e poi il sottoscritto, in qualità di agente del calciatore, e aveva praticamente chiuso l’operazione. Federico è un essere umano ancora prima che un giocatore e purtroppo ha avuto un ripensamento, una scelta di natura personale e che non ha nulla a che vedere con la dimensione del progetto tecnico del club rosa né con le ambizioni di una piazza come Palermo. Non è una scelta dettata da motivi economici e contrattuali, poiché vi garantisco che dal punto di vista dell’ingaggio, dei bonus e delle prospettive tecniche, l’offerta del Palermo era di gran lunga la migliore rispetto a quelle presentate da tutti gli altri club”.

Aveva accettato, poi quella telefonata… – “Federico ha il massimo rispetto nei confronti del club, della città e della sua tifoseria ed è pienamente consapevole che questa sua decisione gli attirerà numerose critiche. Tuttavia sentiva dentro che ad ora questa non era la scelta ideale. Mi assumo tutte le responsabilità, poiché in virtù del mio forte legame con la piazza di Palermo, ho inconsciamente spinto fin da subito affinché lui sposasse questa causa, cercando di trasmettergli appieno la storia, il fascino e il prestigio che comporta la maglia rosanero. Forse ho accelerato troppo questo processo. Ieri pomeriggio ho parlato col ragazzo illustrandogli nel dettaglio la proposta del Palermo ed ottenendo il suo benestare: a quel punto ho comunicato alla dirigenza rosa il felice esito del confronto. Forse peccando di precipitazione: io conosco molto bene il ragazzo, avevo avuto la percezione che il suo non fosse un ‘sì’ del tutto convinto e senza riserve, infatti nella tarda serata di ieri mi ha chiamato comunicandomi che in cuor suo non se la sentiva di accettare. Percepiva che non era ciò che voleva in quel momento”.

Messaggio a Zamparini – “Era il primo ad essere mortificato nei confronti del patron Zamparini che ha fatto più del massimo per vestirlo di rosanero. Federico ci tiene a scusarsi, ma soprattutto a ringraziare il presidente del Palermo che lo ha fatto sentire importante, tanto da voler puntare su di lui in una piazza ambiziosa e passionale come quella palermitana. Alla fine ha avuto comunque la personalità di esternare ciò che realmente provava esponendosi a critiche legittime ed anche aspre, ma facendo il bene di tutti perché senza un totale convincimento del ragazzo, la sua esperienza sarebbe nata sotto infelici presupposti. Stamattina ci siamo incontrati e purtroppo mi ha mostrato una serie di messaggi ingiuriosi che gli sono stati inviati sui suoi account social dal contenuto assolutamente sgradevole. Io mi sono premurato di spiegargli che Palermo non è questa, poiché conosco perfettamente il calore e la civiltà di quella tifoseria”.

Non è un mercenario – “Adesso lasciamo scemare il polverone, il ragazzo è molto provato. Ha bisogno di stare un po’ di giorni tranquillo. Quando se la sentirà, chiarirà personalmente la sua buona fede. Firmerà col Verona? Probabilmente sì. E’ al momento l’ipotesi è calda. Vi assicuro che andrà a guadagnare di meno. Ad ulteriore conferma che il ragazzo è tutto fuorché un mercenario“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy