Ag. Rigoni: “Luca si trovava bene a Palermo, a un certo punto l’addio”

Ag. Rigoni: “Luca si trovava bene a Palermo, a un certo punto l’addio”

Andrea D’Amico, agente di Luca Rigoni, parla del suo assistito e dei motivi che hanno provocato l’addio nel gennaio del 2016.

2 commenti

Diciassette mesi vissuti intensamente per Luca Rigoni a Palermo. Un centrocampista bomber che, arrivato in rosanero all’età di 29 anni, se n’è andato dalla Sicilia da 31enne.

Maurizio Zamparini aveva definito lui e Maresca dei giocatori “anziani“, con tanto di risposta dello stesso calciatore di Schio: “Nessuno me l’aveva mai detto prima“.

Luca Rigoni ed Enzo Maresca
Luca Rigoni ed Enzo Maresca

Un mese dopo, l’addio a sei mesi dalla scadenza ufficiale del contratto: una cifra simbolica, quella corrisposta dal Genoa al Palermo, neanche minimamente paragonabile all’effettivo valore del calciatore che continua a segnare e mettere ordine al centrocampo rossoblu. Un anno dopo il divorzio dal capoluogo siciliano, l’agente di Rigoni, Andrea D’Amico, è tornato su quell’episodio. “Il ragazzo si è trovato bene in Sicilia, ad un certo punto, però, sia il Palermo che Rigoni hanno deciso di dirsi addio. Adesso si trova benissimo a Genova”, ha detto D’Amico in occasione di un evento organizzato all’Addaura.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Girolamo Mule - 3 mesi fa

    ….dalla sua cessione ha avuto inizio….un impicciata che al momento non vede la senza fine…..!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Stefano Ralli - 3 mesi fa

    Incredibile il danno che ha recato consapevolmente Zamparini ai tifosi palermitani. E ancora c’è chi da la colpa agli allenatori e giocatori !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy