AG.CIGARINI”GIOCO MAZZARRI GLI TARPÒ LE ALI”

AG.CIGARINI”GIOCO MAZZARRI GLI TARPÒ LE ALI”

Attraverso i microfoni di Mediagol.it, l’agente di Luca Cigarini, Giovanni Bia, ha spiegato il motivo per cui in carriera, il giocatore bergamasco, non si sia affermato in un top club europeo, date.

Commenta per primo!

Attraverso i microfoni di Mediagol.it, l’agente di Luca Cigarini, Giovanni Bia, ha spiegato il motivo per cui in carriera, il giocatore bergamasco, non si sia affermato in un top club europeo, date le sue spiccate doti da regista. “E’ stato molto sfortunato, perché quando è stato trasferito dal Parma al Napoli per 11 milioni c’era Donadoni che lo voleva da tanto tempo, in una squadra che giocava col playmaker basso, mentre poi arrivò Mazzarri che ama utilizzare due interditori puri, due “cagnacci” – ha raccontato Bia a Mediagol.it -. Se fosse rimasto Donadoni probabilmente Luca sarebbe ancora a Napoli o chissà dove. Dopo c’è stata l’esperienza di Siviglia, è stato fuori tre mesi e non si è avuta la forza di aspettarlo. In seguito ci sono stati tanti interessamenti di squadre importanti, ma l’Atalanta è una squadra che non ha bisogno di vendere e un altro Cigarini non si trova da nessuna parte: per questo è difficile che parta, tanto che gli interessamenti di Juventus, Inter e Milan degli anni scorsi non si sono concretizzati“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy