Accardi: “Cessione Palermo? Siamo alle comiche, rosanero ostaggio degli inglesi. Temo il fallimento…”

Accardi: “Cessione Palermo? Siamo alle comiche, rosanero ostaggio degli inglesi. Temo il fallimento…”

Le dichiarazioni dell’agente FIFA, Andrea Accardi, sul caos in casa Palermo

Parla Beppe Accardi.

Cresce l’ansia in casa Palermo, mentre si va delineando sempre di più una vera e propria corsa contro il tempo: un nuovo gruppo americano sarebbe pronto a dare 5 milioni di euro all’amministratore delegato rosanero, Emanuele Facile, per tamponare l’emergenza e rispettare le prime scadenze relative al pagamento degli stipendi, evitando così una penalizzazione di ben quattro punti in classifica ai danni della squadra allenata da Roberto Stellone, impegnata in questi giorni a preparare il delicatissimo scontro diretto contro il Brescia di Eugenio Corini, in programma venerdì 15 febbraio alle ore 21:00 allo stadio “Renzo Barbera”, dove è previsto un ritorno in massa della tifoseria.

Nel frattempo York Capital e Carisma continuano a trattare, ma non vogliono pagare la plusvalenza agli inglesi. Dunque, nonostante la strada per giungere al tanto atteso closing sembra essere sempre più complicata, ogni ora, a questo punto potrebbe essere decisiva per il passaggio delle quote societarie. Sulla caotica situazione legata al club di Viale del Fante, si è espresso l’agente FIFA,  che tra gli altri cura anche gli interessi di Luca Fiordilino, Andrea Accardi e Carlos Embalo, che nella sessione invernale di calciomercato ha lasciato Palermo alla volta del Cosenza.

Accardi, intervenuto ai microfoni di TMW, si è scagliato duramente contro la proprietà inglese: “Siamo alle comiche. Ora mancano solo Stanlio e Onlio che cominciano a fare una trattativa. La situazione la vedo problematica – ha aggiunto -, vittima di se stessa. Gli inglesi devono capire che è giunto il momento di farsi da parte senza pretendere nulla. Oggi il Palermo è ostaggio degli inglesi”.

“Mi auguro che questa storia possa risolversi subito – ha continuato -. Ma 1,2 milioni di euro agli inglesi per la società non li darà nessuno. Ho paura che possano portare il Palermo al fallimento, nessun gruppo serio può dargli un euro per acquisire la società – ha concluso Accardi –“.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 2 mesi fa

    A volte non ho condiviso le sue parole, ma qui mi trova d’accordo.
    Per quale ragione uno deve pagare qualcosa a questa società pseudo inglese (In realtà dietro ci sono Coen e Facile, con Coen che opera in accordo con Zampa e Facile che fa il tirapiedi)?
    1.2 milioni per cosa?
    Facile farebbe meglio a passare la mano e tornarsene a casa.
    Non lo fa? Le alternative sono 2: o il Palermo fallisce o Zampa mette il grano.
    Scommettiamo la seconda?
    Lo venderà come atto d’amore, dirà che il suo desiderio era lasciare il Palermo in buone mani… In realtà, riprende in mano tutto per poi sperare di vendere a miglior prezzo a promozione avvenuta.
    Ecco la soluzione interna.
    Io spero Foschi non metta mano al portafogli sennò mi preoccupo che le sue siano solo parole….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy