A tutto Gilardino: “Segnare e vincere col Palermo è l’unica cosa che conta. Io rosa? Un’idea di Sorrentino. Tifosi, ecco mio messaggio per voi”

A tutto Gilardino: “Segnare e vincere col Palermo è l’unica cosa che conta. Io rosa? Un’idea di Sorrentino. Tifosi, ecco mio messaggio per voi”

“Ringrazio il Palermo, il presidente e il direttore Gerolin della scelta. L’unica cosa che mi interessa adesso è segnare e far vincere i rosanero”. Ha mostrato subito convinzione nei confronti.

Commenta per primo!

“Ringrazio il Palermo, il presidente e il direttore Gerolin della scelta. L’unica cosa che mi interessa adesso è segnare e far vincere i rosanero”. Ha mostrato subito convinzione nei confronti del progetto, Alberto Gilrdino. Un contratto triennale che gli servirà per rimettersi in gioco dopo un paio di stagioni che lo avevano fatto terminare un po’ nel dimenticatoio. Sorrentino ci ha scherzato su, il ds rosa ha fiutato l’affare e il patron ha avallato l’opportunità. Gilardino, adesso, non attende altro che il suo debutto stagionale.

33enne? Macché! – “Ho lavorato per mesi con un preparatore e altri ragazzi e sono stati momenti non facili. Poi è arrivato il Palermo e l’ho accolto con grande piacere. Voglio giocare nel campionato italiano, perché ho 33 anni ma ne sento molti meno, voglio cominciare la stagione il prima possibile, fare gol, è l’unica cosa che mi importa, poi deciderà Conte per eventuali prospettive azzurre. Devo essere bravo io durante la stagione a metterlo in difficoltà, ho scelto Palermo perché è una piazza importante e con grande entusiasmo”.

Nuova linfa per il dopo-Paulo –Sostituire Dybala? Sono arrivato al Milan quando c’erano giocatori che avevano fatto grandi cose ed erano andati via, come Crespo che aveva segnato due gol in finale di Champions o Luca Toni che aveva appena lasciato Firenze. Arrivo qui con grande convinzione, so bene cosa devo e voglio fare. So che Dybala è nel cuore dei tifosi, gli faccio un augurio per la sua carriera, ma io penso al Palermo, alla squadra e a lavorare ogni giorno bene col mister, vedremo sul campo cosa succederà“.

Gol di mano al Barbera –Il gol di mano è stato uno degli episodi più negativi della mia carriera ed ho pagato con la squalifica. Ora sono molto motivato a farmi apprezzare dai miei nuovi tifosi, trascinare la gente e i miei nuovi compagni“.

Pronto per giocare domenica? – “Ho lavorato due giorni prima dell’Udinese e questa è la mia seconda settimana effettiva con la squadra. Ho grande voglia e mi sento bene, ma la mia presenza contro il Carpi la deciderà il mister in base agli allenamenti e in base a come vedrà la squadra“.

Mudo e Gila anche in azzurro – “Voglio segnare tanti gol con Vazquez e mi piacerebbe farlo anche in Nazionale. E’ un auspicio che mi porto dentro, so che solo pensando in positivo tutti i giorni posso farcela, lottando ogni domenica. Se ho voluto la Serie A e Palermo è perché punto ai 200 gol in Serie A”.

Sensazioni sul mister –Iachini è molto preparato, scrupoloso, con cui mi sto trovando veramente molto bene. Prepara le partite nel minimo dettaglio e nel calcio moderno non bisogna sbagliare nulla. Questo atteggiamento premia sempre e penso si rivelerà fondamentale”.

Idea Sorrentino – “Ci siamo incontrati in Sardegna e tra una battuta e l’altra è nata questa idea di giocare nel Palermo, sono arrivato qui tre mesi dopo e mi è venuto anche a prendere all’aeroporto“.

Aspettative in rosanero –Da questa mia stagione mi attendo costanza, determinazione ogni partita, tanti gol, quelli che ho sempre fatto in ogni squadra. Mi metterò a disposizione dei compagni“.

Messaggio ai nuovi tifosi – “Se dovessi rivolgere loro un paio di frasi, li inviterei a riempire lo stadio perché abbiamo bisogno di loro. Noi lotteremo per i nostri sostenitori cercando un risultato positivo. Il Palermo deve guardare una partita alla volta, anche se siamo reduci da due vittorie. Per esempio la gara di domenica è difficilissima, contro un Carpi che si è rinforzato e sarà agguerritissimo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy