LE PAGELLE DEL PALERMO PER IL 2018. Jajalo il migliore dell’anno solare, peggiore invece…

LE PAGELLE DEL PALERMO PER IL 2018. Jajalo il migliore dell’anno solare, peggiore invece…

Il 2018 è stato un anno dalle forti emozioni per il Palermo che ha perso il treno della promozione con un rigore spedito in curva ed è stato sconfitto dal Frosinone ai Playoff per alcuni palloni di troppo, salvo poi ripresentarsi ai nastri di partenza della nuova stagione con la consapevolezza di essere la migliore della classe. Migliore dell’anno solare Jajalo, peggiore invece…
Clicca per leggere le pagelle di Mediagol per il 2018.

PORTIERI

Di Fabrizio Anselmo
La prima parte del 2018 non è stata indimenticabile per il Palermo che avrebbe potuto conquistare sul campo la promozione in Serie A se solo non avesse sprecato così tanti punti per errori individuali e mancanza di gioco. Nella seconda parte dell’anno invece i rosa col ritorno di Stellone hanno preso consapevolezza dei propri mezzi e fatto tesoro dei tantissimi errori della passata stagione, dando l’impressione di essere ben attrezzati per lottare per la promozione diretta. Miglior giocatore dell’anno solare 2018: Jajalo. Per il peggiore c’è solo l’imbarazzo della scelta. Prosegui nella lettura per scoprire i buoni e i cattivi del 2018.

POSAVEC 4
Ha giocato appena tre partite nel 2018 per la gioia dei tifosi rosanero sempre più stanchi dei continui errori dello sloveno che fino alla sconfitta interna col Foggia (12 febbraio 2018) era inspiegabilmente il titolare inamovibile della porta rosanero nonostante la presenza in rosa del ben più affidabile Pomini.

POMINI 7
Subentra alla ‘sciagura‘ Posavec il 17 febbraio, trasmettendo alla squadra quella sicurezza che era mancata nelle partite precedenti. Le poche sbavature sono state compensate da parate difficili ma soprattutto dalla certezza di non sbagliare nei fondamentali. Nell’attuale stagione ha giocato tre partite e conquistato sette punti.

BRIGNOLI 6
Ha iniziato la stagione con un paio di incertezze che ne hanno minato la sicurezza tra i pali, poi gradualmente ha ritrovato la serenità necessaria ed è tornato ai suoi livelli.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ivan.palerm_726 - 2 settimane fa

    Che voti. Se uno si svegliasse oggi dal coma penserebbe che il Palermo durante l’anno 2018 abbia collezionato due retrocessioni consecutive.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy