Novara, Di Carlo sfida il Palermo: “Nessuna paura, mi aspetto una battaglia”

Novara, Di Carlo sfida il Palermo: “Nessuna paura, mi aspetto una battaglia”

Le parole nel post-partita del tecnico del Novara: “Devo fare i complimenti alla mia squadra che non ha mai mollato e ha dimostrato di esserci con la testa”

Due a uno. E’ questo il risultato finale maturato ieri sera fra le mura dello stadio Silvio Piola.

In campo Novara e Brescia. In svantaggio al termine del primo tempo (in rete Bisoli al 32′), i padroni di casa sono riusciti nella ripresa a ribaltare il risultato grazie ai gol siglati da Puscas al 50′ e da Sansone al 58′. Una vittoria importante in chiave salvezza per i piemontesi, attualmente fuori dalla zona rossa della classifica.

Intervenuto ai microfoni della stampa al termine della sfida contro il Brescia, il tecnico del Novara, Domenico Di Carlo, ha analizzato la prestazione della sua squadra. Ma non solo; il coach originario di Cassino si è espresso anche in vista del prossimo match ufficiale, quello in programma sabato pomeriggio contro il Palermo di Bruno Tedino.

“Nel primo tempo non avevamo iniziato benissimo, abbiamo commesso alcuni errori e abbiamo lasciato diversi spazi che il Brescia ha sfruttato alla perfezione. Ma nonostante questo era evidente che la squadra avesse voglia di reagire e fare bene, sapevamo di poter mettere i nostri avversari in difficoltà. E’ per questo che nella ripresa abbiamo avuto una grande reazione, ci siamo rialzati dopo tre sconfitte di fila e, avendo terminato la prima frazione di gioco sotto di un gol, con un quarto ko che poteva arrivare – ha dichiarato Di Carlo -. Per questo devo fare i complimenti alla mia squadra che non ha mai mollato e che ha dimostrato di esserci con la testa. Ora dobbiamo dare battaglia a tutti. Infine voglio ringraziare anche i tifosi che ci sono sempre stati vicini. Era ora di vincere uno scontro diretto, oggi abbiamo creato gli episodi per vincere e abbiamo ribaltato ciò che ci era successo ad Avellino e con il Foggia. Per vincere non basta solo la tecnica, bisogna sporcarsi la maglia. Sarà così col Palermo, mi aspetto una battaglia. Loro sono una squadra forte tecnicamente e anche molto fisica. Li rispettiamo, ma non abbiamo paura”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy