Zavanella:”Stadio Palermo fermo,ma se parte…”

Zavanella:”Stadio Palermo fermo,ma se parte…”

L’architetto Zavanella è tornato a parlare del progetto dello stadio di Palermo in un’intervista concessa nella giornata di oggi. Zavanella ha disegnato il futuro impianto dei rosanero, ma per.

Commenta per primo!

L’architetto Zavanella è tornato a parlare del progetto dello stadio di Palermo in un’intervista concessa nella giornata di oggi. Zavanella ha disegnato il futuro impianto dei rosanero, ma per i noti ritardi legislativi il progetto non è ancora partito. “Stadi di proprietà non si riescono a fare perché mancano le leggi? Pensi che alla Juventus Umberto e Gianni Agnelli hanno impiegato poco meno di 10 anni per portare a termine questa esperienza. Sono passati anni da allora e in Italia gli stadi sono i più obsoleti d’Europa, non danno nessun tipo di contributo economico alla squadra e sono mal sopportati dalla città. Come Livorno, come Bari dove c’è una cattedrale nel deserto, il Granillo di Reggio Calabria che sembra uno spartitraffico. Bisogna che si tengano presenti i bisogni della città. Ci vogliono parcheggi, reti di comunicazion e auqalsiasi livello, infrastrutture che possono essere utili alla città: parti ludiche, centri di recupero motorio, asili… stanno soffrendo soprattutto le squadre di livello più basso. Lo stadio è importante sia per l’economia della squadra, pensate alla Juventus che guadagna tantissimo senza calcolare la biglietteria, sia per l’economia nazionale. Ho progettato uno stadio per il Palermo, è ancora fermo per vari motivi che non sto qui a dire. Sarebbe un’occasione di lavoro per tantissimi artigiani per la costruzione, alla fine del progetto darebbe almeno 800-900 posti di lavoro. In un periodo in cui ci sono tanti licenziamenti non capisco come non si voglia cogliere questa occasione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy