Zamparini tranquillizza tutti: “Non lascerò il Palermo”

Zamparini tranquillizza tutti: “Non lascerò il Palermo”

“Io interessato al Bologna? Sono boutade, ho sempre detto che nel calcio finirò con il Palermo, non penserò ad altre squadre perché sono troppo legato ai tifosi, a questa.

Commenta per primo!

“Io interessato al Bologna? Sono boutade, ho sempre detto che nel calcio finirò con il Palermo, non penserò ad altre squadre perché sono troppo legato ai tifosi, a questa gente e a questa città. Non lascerò mai il Palermo”. Netto e deciso il pensiero del presidente del Palermo Maurizio Zamparini, ospite di “Tempi Supplementari” sullemittente bolognese Radio Tau. Il campionato appena terminato ha visto i rosanero sfiorare clamorosamente la Champions League, l’anno prossimo primo obiettivo dichiarato del Palermo. “Si, lobiettivo sarà quello. Non è che bruci, diciamo che ci è stato scippato il quarto posto nella partita di Genova (Genoa-Palermo terminata 2-2, ndr) in cui è stato dato un recupero di quattro o cinque minuti, per due minuti siamo stati in nove e questo è un episodio anomalo che però rientra in tutti gli episodi sfortunati che possono capitare nel corso di una stagione e che poi ci ritroviamo a commentare, ma non c’è nulla da fare. Il calcio è anche questo”. Successivamente il presidente del Palermo si è soffermato su alcuni giocatori ancora nellorbita rosanero, che questanno hanno giocato con la maglia del Bologna: Raggi, Guana e Succi. “I rossoblù hanno il diritto di riscatto della metà. Se lo esercitano tengono i giocatori. Se abbiamo già incontrato la società felsinea per il futuro di questi ragazzi? Il campionato è finito solo da poco, il mio direttore e il Bologna ne parleranno e vedranno il da farsi. Anche se in questo momento c’è un’aria di smobilitazione con tanti giocatori indicati in lista di partenza e anche una confusione dal punto di vista societario, penso che il Bolognà vorrà mantenere una squadra competitiva per il prossimo campionato – ha spiegato il presidente rosanero – Chi di questi riporterei in rosa? Diciamo che a Palermo abbiamo già un organico abbastanza completo. Guana l’abbiamo lasciato libero non perché non meritasse il Palermo ma perché non gli era stato garantito il posto da titolare che meritava e che lì ha, lo stesso discorso vale per Raggi perché a destra abbiamo Cassani che non a caso è un giocatore della Nazionale. Per Guana vediamo, il suo ritorno lo gradirei, anche se a centrocampo abbiamo Pastore, Liverani, Nocerino, Migliaccio e altri giocatori quindi bisogna vedere e poi c’è sempre il Bologna che ha un diritto di riscatto”. L’anno scorso il calciomercato estivo vide il Palermo interessarsi fortemente al brasiliano Nilmar, Zamparini svela un retroscena di questa trattativa. “Non ci interessa più, aveva rifiutato 15 milioni per nostra fortuna (ride, ndr) noi ci teniamo stretti i nostri Miccoli, Hernandez,ecc… Abbiamo altri giovani che stiamo guardando adesso e qualcuno non giovane ma ancora non possiamo fare i nomi. Oggi il mio direttore sportivo era qui da me e gli ho dato l’ok per tutti i nuovi acquisti”. Una possibile trattativa di mercato invece potrebbe riguardare il centrocampista del Napoli Cigarini, indicato come papabile sostituto di Liverani. “Il ragazzo non è nella nostra ottica, abbiamo altri giocatori in mente. Una cosa è certa: Liverani non è un giocatore sostituibile con le stesse caratteristiche, per questo sicuramente quando mancherà lui cambieremo il modulo di gioco perché ad esempio abbiamo un giocatore come Pastore che può assicurare grande qualità negli assist finali – ha spiegato il massimo dirigente rosanero – Se il Palermo è interessato a Britos? Sabatini non me ne ha mai parlato, significa che non ci interessa”. Quando si parla di calciomercato rosanero, impossibile non soffermarsi sull’attaccante uruguaiano Edinson Cavani. “Se rimarrà a Palermo? Dipenderà da lui. Cavani è uno di quei giocatori che sono tre anni che vuole andare via, gli abbiamo rinnovato il contratto e speriamo che rimanga. Vedremo”. A proposito, si è parlato dell’interessamento dell’Inter, che avrebbe offerto ai rosanero il giovane Krhin. “E un ottimo giocatore, una promessa di sicuro. Ritengo sia un giocatore che ci potrebbe interessare, ma noi non tiriamo su i giovani per lInter perché i giovani li andiamo a prendere per farli crescere per noi”. Sono di ieri le parole del centrocampista rosanero Fabio Liverani in merito alla sua situazione contrattuale “Ho ancora un anno di contratto, per adesso sono a Palermo. La mia posizione non è quella di voler fare tutta la stagione in scadenza, vedremo di incontrarci”, pronta la risposta del presidente Maurizio Zamparini. “Liverani fa tutto quello che dico io… – ha spiegato il massimo dirigente di Viale del Fante soffermandosi poi sul tecnico portoghese dellInter Josè Mourinho – Ritengo sia un ottimo allenatore per un grandissimo club, sicuramente non so cosa farebbe in un club più piccolo. E un grande motivatore, io non lo discuto come tecnico ma solo come maleducato perché con me lo è stato quando lho ospitato a Palermo”. A Palermo, oltre che di mercato, in questi giorni tiene banco la vicenda nuovo stadio. “E’ stato progettato dall’architetto Zavanella, lo stesso che ha realizzato i progetti degli stadi di Roma e Juventus. Il progetto è pronto, è stato fatto vedere al presidente della Regione ma in questo paese le cose sono lunghissime a differenza di noi esseri umani che non siamo certo eterni. Aspettiamo la legge che ci dia lautorizzazione per fare gli stadi di proprietà perché in questo momento è una cosa praticamente impossibile in Italia”. Costruzione dunque rallentata dalla burocrazia. “Ci avevano promesso questa legge per Dicembre, poi per Gennaio ma siamo arrivati a Maggio e ancora aspettiamo. Ormai quando arriverà, arriverà, tanto non dipende da noi”. Infine, parola importanti per gli ultimi due direttori sportivi del Palermo, Sabatini ed ancor prima Rino Foschi. “Sabatini è una figura molto importante, è lui che guarda per me i giovani in giro per il mondo. Abbiamo un ottimo rapporto e poi lui è molto amico dell’allenatore, Rossi. Foschi lho visto circa una settimana fa, abbiamo ottimi rapporti. Mi ha chiesto di pregare i Menarini di prenderlo e gli ho detto che se lo dico io non lo prendono di sicuro. Piuttosto gli ho detto: ‘Vai tu dai Menarini e gli dici vengo anche gratis ma fatemi fare il ds’. Lui è uno dei più bravi sul mercato, da Palermo è andato via perché essendo troppo buono e guascone, ad un certo momento, in buona fede e come può capitare in tutte le città del sud, si è lasciato avvicinare da dei tipacci poco raccomandabili ma è un ottimo intenditore di calcio e per Bologna lo vedrei benissimo. Con me ha fatto sempre bene”. di Alberto Giambruno

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy