Vitiello: “Tutto su Siena-Palermo. Perinetti…”

Vitiello: “Tutto su Siena-Palermo. Perinetti…”

L’ex difensore del Siena, Roberto Vitiello, attualmente svincolato, ai microfoni di calciomercato.it, ha detto la sua su Siena-Palermo, incontro di cartello della decima giornata del campionato.

Commenta per primo!

L’ex difensore del Siena, Roberto Vitiello, attualmente svincolato, ai microfoni di calciomercato.it, ha detto la sua su Siena-Palermo, incontro di cartello della decima giornata del campionato di Serie B. “Il Siena ha mantenuto un’ossatura importante e il Palermo ha un organico per puntare alla risalita. Il Palermo adesso sta recuperando, ma non dimentichiamo che si trova in zona play off. Hernandez e Dybala da una parte e Rosina e Paolucci dall’altra possono risultare decisivi. Iachini è un ottimo tecnico e a dirlo sono i risultati. Conosce il campionato cadetto, la sua esperienza può essere il valore aggiunto del Palermo. E’ giusto però sottolineare che gli ultimi risultati ottenuti sono anche il frutto del lavoro di Gattuso. Iachini è un grande lavoratore e per vedere un Palermo a sua immagine e somiglianza ci vorrà ancora un po’ di tempo”. Mentre per quanto riguarda gli ex colleghi ai tempi del Siena: Terzi, Bolzoni e Verre, oggi in forza al Palermo, questo è il giudizio fornito da Vitiello. “Terzi ha pagato a mio avviso questo andamento altalenante della squadra. La sua esperienza gli permetterà di emergere. Quella della squalifica è una vicenda che sia io che Claudio ci siamo lasciati alle spalle. Verre è un ragazzo interessante ma occhio a fare paragoni azzardati. È un giocatore molto giovane che ha già dimostrato di poter dire la sua nel campionato di quest’anno. Bolzoni lo vorrei sempre in squadra. Un vero e proprio guerriero, in grado di non arrendersi mai e lottare costantemente in mezzo al campo. La sua personalità sarà poi importante nella gestione degli inevitabili momenti difficili della stagione”. Il giocatore attualmente svincolato ha parlato anche del grande ex della partita: Giorgio Perinetti. E di come questi a suo avviso vivrà il match in programma lunedì sera. “Per quanto fatto a Siena nel corso della sua carriera è chiaro che non potrà mai essere una partita come le altre per lui. Il direttore ha lasciato un grandissimo ricordo, con la gente rimasta molto legata alla sua figura. Stiamo parlando di un dirigente che non ha bisogno di presentazione, il cui apporto potrà sicuramente giocare la sua parte nella stagione del Palermo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy