SOGLIANO: “ECCO PERCHÈ CASSANI-BOVO VIA”

SOGLIANO: “ECCO PERCHÈ CASSANI-BOVO VIA”

Dopo il flop in Europa League ed i tonfi in amichevole, il direttore sportivo del Palermo, Sean Sogliano, denunciò senza mezzi termini una mancanza di entusiasmo e di spirito all’interno.

Commenta per primo!

Dopo il flop in Europa League ed i tonfi in amichevole, il direttore sportivo del Palermo, Sean Sogliano, denunciò senza mezzi termini una mancanza di entusiasmo e di spirito all’interno del gruppo allora guidato da Stefano Pioli. Molti calciatori avevano forse esaurito il loro ciclo motivazionale in rosanero e le successive partenze in serie di calciatori come Cassani, Bovo e Nocerino possono essere lette in quest’ottica. Il dirigente, ex Varese, spiega in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it il senso di queste operazioni in uscita. “Alcuni senatori non agevolavano il nuovo corso? No, non adotterei questa espressione, ho sempre detto che i giocatori che sono andati via lo avevano chiesto, avevano dato tanto al Palermo, in tutti i posti e in tutti i cicli cè un inizio e una fine, erano giocatori che stavano qui da 4-5 anni e avevano bisogno di nuovi stimoli, succede spesso nel calcio. Non dobbiamo fare diventare il caso delle partenze di Bovo e Cassani più grosso di quello che è – ha spiegato Sogliano intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it – i giocatori che sono rimasti sono felici di essere qui. Cerano alcuni elementi che si sentivano di poter contribuire ancora molto alla causa del Palermo e altri che sentivano di aver dato tutto. E giusto andare avanti, cambiano i giocatori ma la maglia è sempre quella così come i tifosi. E giusto credere nei ragazzi che ci sono oggi, aiutarli perché, sicuramente lallenatore in primis, Sogliano e tutti gli altri, faranno di tutto per il bene del Palermo. Poi i risultati sono sempre quelli che alla fine dicono cosa è successo, dicono esattamente come si è lavorato, però io metto la mano sul fuoco sullimpegno di tutti, del tecnico, dei calciatori e ovviamente mio e di tutta la società”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy