SIRIGU:”Prossimo obiettivo il diploma,in passato..”

SIRIGU:”Prossimo obiettivo il diploma,in passato..”

Intervistato per il Match Program di Palermo-Chievo, il portiere rosanero Salvatore Sirigu ha parlato dei suoi passatempi preferiti, a cominciare dai documentari. “Li ho sempre seguiti, avevo 6 anni.

Commenta per primo!

Intervistato per il Match Program di Palermo-Chievo, il portiere rosanero Salvatore Sirigu ha parlato dei suoi passatempi preferiti, a cominciare dai documentari. “Li ho sempre seguiti, avevo 6 anni quando ho fatto la prima collezione di videocassette, ne avevo raccolte sessanta, erano i documentari di Jacques Cousteau. Adesso, guardo National Geographic e History Channel”. Il numero 46 sardo, oltre al calcio, ama giocare a beach volley e si sta avvicinando alla vela, grazie anche al fratello Andrea, istruttore. “Sono ancora lontano dall’ottenere qualche risultato, va un po meglio con il kitesurf e il tennis”. Sirigu ha anche parlato di libri, soffermandosi su “Il Codice da Vinci” di Dan Brown. “Lho letto incuriosito dalle polemiche che lo avevano accompagnato. I timori da parte della Chiesa che un libro potesse deviare la fede dei cattolici, per me, erano assurdi. Gli autori devono essere liberi di scrivere ciò che vogliono e chi legge ha altrettanta libertà di farsi la propria opinione”. Tra i progetti futuri del portiere rosanero la priorità va alla maturità scientifica, che non ha potuto sostenere alcuni anni fa per gli impegni con le Nazionali Giovanili.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy