SIMONI: “COSI È NATO IL MIRACOLO GUBBIO”

SIMONI: “COSI È NATO IL MIRACOLO GUBBIO”

Gigi Simoni, svestiti i panni dell’ allenatore, ora è il direttore tecnico del Gubbio, squadra umbra che militerà nel prossimo campionato di serie B. La redazione di Mediagol.it lo.

Commenta per primo!

Gigi Simoni, svestiti i panni dell’ allenatore, ora è il direttore tecnico del Gubbio, squadra umbra che militerà nel prossimo campionato di serie B. La redazione di Mediagol.it lo ha intervistato in esclusiva. “Se nel mio ruolo mi occupo di mercato? Certo, noi abbiamo avuto un bellissimo rapporto col direttore sportivo Giammarioli e con Torrente – ha spiegato Simoni in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it – decidendo tutte le cose assieme, abbiamo scelto i giocatori, qualcuno lo conoscevo anche io, qualcuno il ds, qualche giovane lallenatore, abbiamo dato un contributo tutti per la costruzione, poi Vincenzo ha fatto il suo come allenatore, però il contatto continuo che abbiamo avuto ci fa pensare di avere dato tutti un contributo, io come direttore tecnico, il ds come conoscenza, partecipazione alle trattative, è stato molto bravo a fare arrivare giocatori che magari potevano anche non arrivare. Io ho vinto 11 campionati di Serie B e una Coppa Uefa, e vincere è sempre difficile in qualsiasi categoria e contesto. Il nostro rapporto dinsieme è stato molto apprezzato perché ognuno difendeva laltro, abbiamo perso quattro partite consecutive senza che nessuno fiatasse e i giocatori hanno appreso questo nostro spirito. Abbiamo condotto un campionato con intelligenza, con una gestione molto oculata. Sono contento se mi chiamano ancora Mister – prosegue Simoni ai microfoni di Mediagol.it -, perché è un riconoscimento a tutti gli anni che ho fatto da allenatore, però adesso ho provato anche questa soluzione ed è divertente anche questo ruolo, perché cè meno stress, però rimani nel tuo mondo, rimani nel campo per cui hai vissuto tutta la vita e mi sembra una cosa importante, poi come ruolo è abbastanza gratificante. Mi manca solo di fare il presidente e poi ho ricoperto tutti i ruoli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy