SERIE B: TOMMASI E AIC CONTRO SALARY CAP

SERIE B: TOMMASI E AIC CONTRO SALARY CAP

L’Assocalciatori contesta il tetto salariale (150mila euro lordi per la parte fissa e altrettanti in quella variabile) che la Serie B introdurrà da luglio per i nuovi contratti dei giocatori..

Commenta per primo!

L’Assocalciatori contesta il tetto salariale (150mila euro lordi per la parte fissa e altrettanti in quella variabile) che la Serie B introdurrà da luglio per i nuovi contratti dei giocatori. “Mi viene da dire che ‘B’ sta per badante, perché segue passo passo i presidenti – ironizza il presidente dell’Aic Damiano Tommasi nelle parole riportate dall’Ansa -. Questa norma avrà effetti contrari a quelli voluti, penalizzando i club finora più attenti alla sostenibilità. E i giocatori sceglieranno altre categorie o altri Paesi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy