SENSIBILE:”Rosa venduto i big,ora si soffre”

SENSIBILE:”Rosa venduto i big,ora si soffre”

Intervista realizzata il 6 dicembre 2012 La classifica del Palermo di oggi non è più quella dei tempi in cui dietro le quinte operava Pasquale Sensibile. Lex dirigente ha vissuto in.

Commenta per primo!

Intervista realizzata il 6 dicembre 2012 La classifica del Palermo di oggi non è più quella dei tempi in cui dietro le quinte operava Pasquale Sensibile. Lex dirigente ha vissuto in rosa il periodo in cui Sabatini era direttore sportivo, ma si è formato da dirigente proprio nella Juventus che domenica prossima affronterà il Palermo al Barbera. “Quali sono i problemi di questa stagione rosanero? Non mi permetto di dare giudizi di cose di cui non ho conoscenza diretta – ha detto Sensibile -. Sarebbe indispensabile avere la frequenza quotidiana e la conoscenza delle problematiche. Non mi permetto, ma posso dare un giudizio da osservatore esterno e da addetto ai lavori. Sicuramente negli ultimi anni, per una politica dichiaratamente societaria, il Palermo ha perso tantissimi calciatori di livello assoluto e li ha sempre rimpiazzati con giovani di prospettiva. Questanno si è trovato più in difficoltà del solito. I rosanero devono preoccuparsi per la loro classifica? Io penso che tolto il Milan, che ha un divario di 5 punti rispetto alla Roma ma che non mi sento di coinvolgere nella lotta per non retrocedere, tutte le altre squadre devono preoccuparsi ed essere consapevoli che fino allultimo ci sarà da lottare. Mai come negli ultimi anni è un campionato per tutti. Dal Milan in giù cè veramente un distacco in due tronconi: un primo gruppo di squadre che si giocano scudetto ed Europa e tutte le altre che devono sgomitare e lottare per la sopravvivenza. Ovviamente faccio il tifo in prima battuta per la Sampdoria e poi per il Palermo. Non sono parole di circostanza, veramente serbo dei ricordi bellissimi della mia esperienza in Sicilia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy