Scandalo Allardyce, l’ex ct dell’Inghilterra spiega: “Era tutto un favore a un amico”

Scandalo Allardyce, l’ex ct dell’Inghilterra spiega: “Era tutto un favore a un amico”

Le spiegazioni dell’ormai ex commissario tecnico della Nazionale Inglese, Sam Allardyce, a SkySports.

1 Commento

Probabilmente il quarantesimo compleanno di Totti e il botta e risposta tra Spalletti e Ilary Blasi hanno fatto in modo che si dedicasse meno spazio sui giornali italiani a un vero e proprio scandalo avvenuto in Inghilterra.

Come raccontato nella giornata di ieri, un’inchiesta del ‘Daily Telegraph‘ ha colto in flagrante il commissario tecnico della Nazionale Inglese (ormai ex, date le dimissioni di ieri sera), Sam Allardyce, mentre in un meeting privato spiegava a dei finti uomini d’affari stranieri (in realtà erano giornalisti camuffati) come aggirare le regole inglesi che vietano le terze proprietà dal 2008 e dava la disponibilità ad entrare in un affare da 400 mila sterline, tariffe fissate per prestazioni occasionali in Asia.

Dopo il comunicato di ieri sera della Football Association, sono arrivate quest’oggi anche le prime parole dopo l’eclatante accaduto, da parte di Allardyce: “Mi sono presentato a questa riunione per fare un favore a un mio amico”. L’amico in questione è Scott McGarvey, presente insieme all’ex ct dei Tre Leoni, al meeting. “Lui (McGarvey, ndr) aveva disperato bisogno di un lavoro da questa gente e io, che lo conosco da 20-30 anni, volevo aiutarlo presenziando a questo incontro. Purtroppo è stato un errore di valutazione da parte mia. Devo accettare questo epilogo”, le parole di Allardyce a SkySports.

Adesso, per la poltrona vacante del ct dell’Inghilterra, si vagliano i nomi di Steve Bruce (ex Hull City) e Roberto Mancini.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonello Provenzano - 2 mesi fa

    “eeehhh e chi ci fu’, mamaaa!” 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy