SANNINO: “Non possiamo dirci salvi, ma…”

SANNINO: “Non possiamo dirci salvi, ma…”

“È stata la partita della vita? Credo sia stato il mio più bel Palermo, è stato disciplinato, ha saputo giocare a calcio nel primo tempo e soffrire nel secondo. Anche dalla.

Commenta per primo!

“È stata la partita della vita? Credo sia stato il mio più bel Palermo, è stato disciplinato, ha saputo giocare a calcio nel primo tempo e soffrire nel secondo. Anche dalla tribuna ho visto una squadra compatta, che ha saputo tenere il campo in un certo modo, per un allenatore è la cosa più bella. Questi ragazzi ora parlano una sola lingua, difendono la maglia e la città, i protagonisti sono loro e gli voglio bene. Sono dei ragazzi che hanno capito che bastava poco per essere degli idoli. Il Palermo vuole vedere qualcuno che soffre per la maglia, inutile andare indietro a cercare la cause di questa stagione, però hanno capito che poteva essere una annata straordinaria: non dico di vincere qualcosa, ma almeno di mettere pathos a questo finale di stagione. Non guardo mai a cosa fanno gli altri, tutti ora fanno i conti, ma a me piace la concretezza, noi guardiamo a quello che dobbiamo fare, non siamo nella condizione di dire che sicuramente ce la facciamo, possiamo dire solo che in questo momento siamo fuori dalla zona Serie B. Non so cosa potrebbe accadere, però quello che dobbiamo ottenere è arrivare alla fine sapendo che abbiamo fatto quanto potevamo fare”. Così il tecnico del Palermo Giuseppe Sannino in mixed zone dopo la vittoria contro l’Inter.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy