ROMA-PALERMO. LA SUPERSFIDA DI MEDIAGOL BRIENZA VS LAMELA: CHI VINCERÀ LA SFIDA SULLA TREQUARTI?

ROMA-PALERMO. LA SUPERSFIDA DI MEDIAGOL BRIENZA VS LAMELA: CHI VINCERÀ LA SFIDA SULLA TREQUARTI?

di Dolores Bevilacqua Il folletto di Cantù negli ultimi due anni è stato reinventato esterno, unendo un’inaspettata resistenza alle ben note doti di fantasista, il giovane.

Commenta per primo!

di Dolores Bevilacqua Il folletto di Cantù negli ultimi due anni è stato reinventato esterno, unendo un’inaspettata resistenza alle ben note doti di fantasista, il giovane argentino, invece, sta conquistando partita dopo partita il suo ruolo di titolare inamovibile sulla trequarti romanista. Franco Brienza ed Erik Lamela cercheranno di creare le incursioni più pericolose nell’area avversaria e dai loro piedi probabilmente stasera partiranno le azioni più rilevanti del posticipo di Serie A, che si giocherà alle 20:45 all’Olimpico tra Roma e Palermo. Controllo di palla/Dribbling Brienza 7 Se ha la palla tra i piedi il fantasista rosanero difficilmente si lascia fermare. Controllo di palla inappuntabile anche col sinistro e rapidità nel gioco di piedi gli consentono di superare con agilità il marcatore di turno. Lamela 7 Quando è in possesso di palla è un cattivo cliente per chiunque vada in opposizione su di lui. Grazie ad un controllo di palla quasi impeccabile, scivola via in dribbling con facilità disarmante. Creatività Brienza 7,5 Fantasia ed estro sono le migliori frecce del suo arco. Quando s’invola palla al piede verso la porta avversaria, lo sviluppo delle sue incursioni è tutto tranne che prevedibile. Lamela 7 Seguendo i dettami di mister Zeman, il giovane argentino sta visibilmente amplificando le sue doti di fantasista. Unendo tecnica a freschezza, poi, è capace di svariare sulla trequarti illuminando il gioco di tutto il reparto offensivo. Freddezza Brienza 7 Quando arriva al limite dell’area avversaria, generalmente dopo una sfrenata cavalcata sulla fascia, conserva intatte lucidità e freddezza: o lascia partire parabole imparabili o inventa il passaggio perfetto per il compagno di reparto. Lamela 7,5 All’appuntamento col gol arriva puntuale come un orologio svizzero. La freschezza della giovane età unita alle doti tecniche ne fanno un cecchino particolarmente efficace. Velocità Brienza 7 Brevilineo ma scattante, quando schizza sulla fascia semina il panico tra gli avversari. Lamela 6,5 È considerevole la sua resistenza, ma in velocità non eccelle. Tiro Brienza 6,5 Anche quando calcia è la fantasia che illumina le sue giocate: di potenza non ha un tiro irresistibile, ma se ne ha la possibilità disegna traiettorie sorprendenti. Lamela 6,5 È ancora giovane ed ha ampi margini di miglioramento: non ha un tiro irresistibile ma preciso e vigoroso. Gioco aereo Brienza 6 Nei contrasti aerei non brilla. Ha una discreta elevazione, ma nel confronto con il difensore di turno i centimetri gli difettano. Lamela 6,5 Di solito gioca sull’anticipo per far suo il pallone. I suoi interventi di testa, comunque, generalmente non spiccano. Visione di gioco/Passaggi finalizzati Brienza 8 Grazie alla sua capacità di leggere lo sviluppo dell’azione, riesce a creare nella frazione di un secondo giocate illuminanti per l’intero comparto offensivo. Nel fraseggio con i compagni di reparto, poi, è sempre puntuale e impeccabile. Lamela 7,5 Anche in fase di non possesso risulta decisivo, detta il passaggio al compagno di squadra e spesso crea superiorità numerica nell’area avversaria. Quando spedisce il pallone a un compagno, raramente non raggiunge il destinatario. Totale Brienza 49 Totale Lamela 48,5 Nel confronto tra i due trequartisti il folletto rosanero supera di poco il giovane romanista, lasciandosi preferire, seppur lievemente, per una maggiore completezza tecnica. Brienza e Lamela, comunque, si candidano entrambi a garantire, nel posticipo di stasera, giocate e spettacolo, capacissimi come sono di illuminare con fantasia e imprevedibilità il campo dell’Olimpico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy