QUESTO DYBALA PUÒ TORNARE IN PANCHINA?IDEE TATTICHE PER FAR CONVIVERE MICCOLI E IL PRINCIPITO

QUESTO DYBALA PUÒ TORNARE IN PANCHINA?IDEE TATTICHE PER FAR CONVIVERE MICCOLI E IL PRINCIPITO

Ci sono volute dodici giornate per far detonare il talento di Paulo Dybala, ma adesso che il giovane argentino è riuscito finalmente a trovare spazio lesplosione cè stata e leco.

Commenta per primo!

Ci sono volute dodici giornate per far detonare il talento di Paulo Dybala, ma adesso che il giovane argentino è riuscito finalmente a trovare spazio lesplosione cè stata e leco è ancora fortissimo nelle orecchie di tutti gli spettatori che hanno avuto la fortuna di godere dello spettacolo di ieri al Barbera. La prova del Principito di Laguna Larga è stata sontuosa, con due reti realizzate e tante altre occasioni create e a volte fallite per una questione di millimetri. Si chiedeva a gran voce alla dirigenza di trovare un attaccante in grado di concretizzare la mole di occasioni create dalla squadra, ma con un Dybala così diventa già difficile capire chi dovrà star fuori tra i componenti attuali del reparto offensivo. Contro la Sampdoria Dybala è sceso in campo in primo luogo per sopperire allassenza di Fabrizio Miccoli, infortunatosi con la Roma e non arruolabile nel match coi liguri. Il ritorno del capitano per fortuna non dovrebbe farsi attendere molto e allora per Gasperini sarà un bel rompicapo. Difficile far tornare in panchina un giocatore così dirompente come il Dybala visto contro la Samp, così lunica soluzione che ci viene in mente è un cambio di modulo. Il Palermo di oggi crea tanto gioco, anche grazie alla qualità di Ilicic e Brienza, bravi a scambiare con la punta di turno e a mettere in difficoltà le difese avversarie. Ma mentre Brienza è dinamico e continuo, Ilicic palesa difficoltà sotto porta notevoli. Sia chiaro, lo sloveno è un giocatore completamente diverso da quello della scorsa stagione, ma pur essendo molto più utile alla squadra di quanto i voti in pagella non dicano, in questo momento è probabilmente il più sacrificabile tra i tre dellattacco rosanero. In questo caso Brienza potrebbe essere schierato nel suo vecchio ruolo da trequartista e Miccoli e Dybala potrebbero giocare entrambi da attaccanti, in una sorta di 3-4-1-2 che a Palermo si vide giusto qualche settimana con Zenga, proprio a partire dal match di campionato contro la Juventus di Ciro Ferrara. In effetti a livello di meccanismi non cambierebbe poi tanto, con due punte come Dybala e Miccoli abili a dialogare con Brienza. Laltra alternativa è tenere Miccoli a sinistra e Brienza a destra con Dybala centrale, senza cambiar modulo, ma Gasperini non ci è mai sembrato troppo incline a spostare lateralmente il capitano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy