Platini: “Io personaggio scomodo, Euro 2016 figlio del mio lavoro”

Platini: “Io personaggio scomodo, Euro 2016 figlio del mio lavoro”

L’ex calciatore della Juventus lancia un chiaro attacco ai poteri forti.

Commenta per primo!

Michel Platini gonfia il petto.

L’ex presidente della UEFA, inibito per sei anni al pari dell’ex n.1 della FIFAJoseph Blatter, a seguito dell’ormai noto scandalo FIFA-Gate, ha infatti apertamente attaccato i vertici del calcio mondiale, reo di averlo – a suo dire – incastrato, nonostante l’ottimo lavoro condotto nel corso degli anni alla guida dell’Unione Europea delle Federazioni Calcistiche: “L’Europeo di Francia è frutto del mio lavoro, ma non sono sicuro di potervi presenziare a causa della mia sospensione. Reputo la pena inflittami vergognosa, un’ingiustizia veramente colossale – assicura il fautore del Fair Play Finanziario ai microfoni di BeIN Sports -. Qualcuno ha voluto danneggiarmi, forse spaventato dai numerosi cambiamenti apportati alla FIFA dalla mia persona. Chissà, magari a certe figuri non andava giù il fatto che potessi prendere in mano le redini del calcio globale”.

UEFA, Platini ricorre al Tas: “Accuse su di me sono surreali”

FIFA: ridotta squalifica da otto a sei anni per Blatter e Platini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy