Pizzul:”Bravo Zamparini,Palermo sei da Champions”

Pizzul:”Bravo Zamparini,Palermo sei da Champions”

Bruno Pizzul, giornalista e noto telecronista della Nazionale fino a qualche anno fa, è intervenuto ieri durante “Mediagol Speciale Ritiro”, lapprofondimento giornaliero curato dalla redazione.

Commenta per primo!

Bruno Pizzul, giornalista e noto telecronista della Nazionale fino a qualche anno fa, è intervenuto ieri durante “Mediagol Speciale Ritiro”, lapprofondimento giornaliero curato dalla redazione di “Mediagol.it”. Uninteressante chiaccherata durante la quale sono stati toccati più punti: dalle nuove normative che caratterizzeranno il calciomercato delle squadre italiane, agli obiettivi della prossima stagione rosanero, dove lEuropa che conta potrebbe rappresentare molto più che un sogno. Il calciomercato ed il “fair-play finanziario” “Fino ad ora è stato un mercato nel quale non ci sono stati senzazionali colpi. E evidente che la situazione economica generale implica una certa attenzione anche nei movimenti di mercato. Un pò tutte le società, ance le cosiddette big, cominciano a gestirsi in maniera tale da poter poi far fronte a quello che sarà il fair-play finanziario, con il quale bisognerà fare i conti fra qualche anno. Lo dimostra lInter che, a differenza delle passate stagioni, bada più, almeno per il momento, a vendere ed incamerare denaro per mettere a posto i propri bilanci e successivamente si dedicherà ad acquistare dei giocatori importanti. E probabile che sia Balotelli che Maicon se ne andranno, ma è altrettanto probabile che arriveranno degli elementi di assoluto valore. Così come è successo nella scorsa stagione anche questa volta Moratti chiuderà il bilancio in attivo, perchè non era più possibile andare avanti con indebitamenti e coperture degli stessi così onerose. Adesso ci saranno dei vincoli da rispettare, ed un pò tutte le società si stanno adeguando”. Il Palermo e Maurizio Zamparini, due esempi da seguire “Questa è una nuova conferma dellattenzione con la quale il presidente Zamparini gestisce la situazione tecnica e del bilancio. In questottica il Palermo, e poche altre società, fa rimanere tranquilli anche in vista dei prossimi vincoli del già citato fair-play finanziario. Ritornando alla squadra, effetitvamente sono andati via dei giocatori importanti, ma è pur vero che ne sono arrivati altrettanti di valore. Come ad esempio Mauricio Pinilla. Era un giocatore che faceva gola a parecchie società, ma il Palermo lha spuntata perchè ormai è diventata una piazza che i giocatori accettano volentieri. In passato magari qualcuno ha storto un pò il naso quango gli veniva proposto di andare a giocare al Sud, mentre adesso la piazza siciliana rappresenta una destinazione gradita a tutti, a testimonianza del fatto che la gestione, tecnica e finazniaria, risulta essere ottimale”. La formazione rosanero e l’obiettivo Champions League “Possibile? Senzaltro. Lobiettivo è far meglio dellanno scorso, ovvero il raggiungimento della Zona Champions. Alcune pedine della formazione rosanero hanno un anno in più di esperienza, e questo darà fondamentale. A proposito, un pò tutti hanno gli occhi puntati su Pastore, si capisce che ha tanto talento e unintuizione calcistica del tutto particolari. Oltre a lui poi ci sono tanti importanti giocatori, di esperienza e giovani. I rosanero dovranno necessariamente cominciare la stagione con la legittima aspirazione di centrale lEuropa che conta, del resto è il traguardo che Zamparini ed i tifosi sognano”. Il punto sulla Juventus, sul Milan ed i loro nuovi tecnici “Sarà una faccenda piuttosto complicata, sia per Allegri che per Del Neri. I bianconeri hanno provveduto ad acquistare nuovi giocatori, mentre il Milan è rimasto molto sulle sue, anche se il patron Berlusconi ha lodato un pò le caratteristiche tecniche della sua squadra, però la sensazione e la consapevolezza degli stessi tifosi è che non si possa pretendere troppo da questa rosa. Per quanto riguarda la Juventus, bisogna vedere come Del Neri riuscirà a gestire il suo parco giocatori. Credo però che la differenza rispetto allInter resti notevole, e sulla carta la squadra che potrebbe fare più fastidio ai nerazzurri nella corsa Scudetto potrebbe essere la Roma, perchè se i nuovi arrivati riusciranno ad integrarsi bene nellambiente giallorosso potranno fare molto bene. La favorita però resta senza dubbio lInter. Per le due nobili decadute (Milan e Juventus, ndr) temo ci vorrà qualche anno perchè tornino protagoniste nel grande calcio nazionale”. di Alberto Giambruno

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy