Il Piccolo:”Perché Zamparini lasciò Triestina”

Il Piccolo:”Perché Zamparini lasciò Triestina”

Si è tenuto ieri a Trieste un importante summit sul futuro della Triestina, legato principalmente al discorso stadio dopo l’acquisto del club da parte dell’imprenditore Memheti (solo omonimo.

Si è tenuto ieri a Trieste un importante summit sul futuro della Triestina, legato principalmente al discorso stadio dopo l’acquisto del club da parte dell’imprenditore Memheti (solo omonimo dell’ex rosanero). Erano presenti “il sindaco Roberto Cosolini, accompagnato dal direttore del Servizio sport del Comune Adriano Dugulin, e una delegazione di tifosi alabardati composta dal presidente del centro di coordinamento Sergio Marassi, dal vicepresidente Giorgio Della Valle e dal leader della curva Furlan Lorenzo Campanale”. Secondo il quotidiano Il Piccolo si è parlato approfonditamente anche della gestione societaria degli ultimi anni. Vi riportiamo i passaggi più significativi riguardo il rapporto con Zamparini. “Durante l’incontro si sono toccate tutte le tappe dal fallimento in poi, parlando dell’era Cergol- Puglia, di Zamparini e della Stratex. Alla gestione Cergol si rimprovera di aver fatto un passo troppo grande nel voler fare una serie D per la quale non si era economicamente pronti, lasciandosi trascinare troppo dall’entusiasmo. Su Zamparini, Cosolini ha ribadito di aver cercato anche di far aumentare l’apporto del patron del Palermo, ma anche qui la vecchia proprietà non ha gestito bene i rapporti e alla fine l’imprenditore friulano, stufo di apprendere ogni giorno di diverse ipotesi di vendita a vari soggetti, si è spazientito”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy