Petrucci: “Calciopoli scotta ancora, speravo altro”

Petrucci: “Calciopoli scotta ancora, speravo altro”

Al termine della riunione fiume (oltre 4 ore) con i vertici di Juventus, Inter, Milan, Fiorentina, Napoli e FIGC, il presidente del Coni Gianni Petrucci è intervenuto in conferenza stampa e ha.

Commenta per primo!

Al termine della riunione fiume (oltre 4 ore) con i vertici di Juventus, Inter, Milan, Fiorentina, Napoli e FIGC, il presidente del Coni Gianni Petrucci è intervenuto in conferenza stampa e ha fatto il punto della situazione dopo il “Tavolo della pace”. “Si è trattato di un tentativo non riuscito, comunque si è discusso, anche se nella fattispecie gli interessi sono divergenti. Mi aspettavo un esito diverso, non voglio bluffare. Il confronto cè stato, il rispetto pure. Purtroppo è rimasto il conflitto. È stato un incontro molto lungo, cordiale e corretto. Ma devo essere onesto e sincero, le scorie di Calciopoli sono ancora molto scottanti, per cui ognuno è rimasto nelle proprie posizioni. Non voglio dire che è una sconfitta del calcio, e in ogni caso sono a posto con la coscienza. Non lo considero un fallimento – ha proseguito il numero uno dello sport italiano, come riporta “La Gazzetta dello Sport” – , io ci ho messo cuore ed entusiasmo. Anche senza aver raggiunto un risultato proveremo a guardare avanti. Dovevamo lenire una ferita ancora aperta, è un tentativo non riuscito e basta. Agnelli e Moratti? Si sono parlati. Il rapporto è stato sereno, mai nessuno ha alzato la voce, nessuna incomprensione, solo ognuno ha ribadito le proprie posizioni e non è stato possibile trovare un accordo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy