PERINETTI:”SENZA ME ZAMPA NO A PALERMO”

PERINETTI:”SENZA ME ZAMPA NO A PALERMO”

“Perché non ho rifiutato di tornare dopo il divorzio dellinizio della stagione? Se fosse stato per motivi economici, visto che nessuno mi ha mandato via, sarei rimasto a Palermo..

Commenta per primo!

“Perché non ho rifiutato di tornare dopo il divorzio dellinizio della stagione? Se fosse stato per motivi economici, visto che nessuno mi ha mandato via, sarei rimasto a Palermo. Cè la voglia di dipingermi come quello che non sono e come ho dimostrato di essere nel passato. Io a Palermo sono arrivato sempre in momenti di grande difficoltà, mettendoci sempre la faccia, anche qualcosa di più. Io a Palermo tornerei sempre e in qualsiasi categoria, non saprei dire di no ai rosanero con nessuna proprietà, in nessun momento storico e in nessuna categoria. Dire che sono tornato solo per i soldi è solo uninfamia che non rispecchia la realtà. Io posso anche essere un direttore scarso, per la verità i risultati dicono che a Palermo qualcosa ho lasciato, con due promozioni e due salvataggi in B. Senza quelli difficilmente Zamparini avrebbe preso il Palermo. Gli errori non li ho mai disconosciuti, anzi, li ho sempre ammesso. Io la faccia ce la metto, se poi sono più bravi gli altri, vengano gli altri. Se poi i risultati non sono consoni alle ambizioni io rispondo alla proprietà e ai tifosi, cercando di dare sempre tutto me stesso per questa causa, ed è scritto, non è certo una mia interpretazione”. Parola di Giorgio Perinetti. Il direttore generale del club di Viale del Fante è stato intervistato dalla redazione di Mediagol.it.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy