PERINETTI”Qui mia esperienza più infelice,cause..”

PERINETTI”Qui mia esperienza più infelice,cause..”

“Perché non sono arrivato a Palermo già due anni fa? La direzione del Siena non mi consentiva di andare via. Non potevo lasciare, Sannino era uno dei considerati da Zamparini, che mi.

Commenta per primo!

“Perché non sono arrivato a Palermo già due anni fa? La direzione del Siena non mi consentiva di andare via. Non potevo lasciare, Sannino era uno dei considerati da Zamparini, che mi chiese «meglio Sannino o Gasperini?». Gli consigliai Gasperini ma poi scelse Pioli. Io intanto presi Sannino a Siena. Il presidente credeva che avessi fatto il furbo, ma non era così: in quel momento Sannino non era pronto per una piazza come Palermo”. Sulle colonne di “TMW Magazine”, Giorgio Perinetti ripercorre il lungo corteggiamento che ha coinvolto il Palermo, se stesso e il tecnico Giuseppe Sannino, conclusosi la scorsa estate con un matrimonio che non è però andato a buon fine. “Questa è la mia esperienza professionale meno felice – ha spiegato il consigliere damministrazione del Palermo -, ma quando sono arrivato ho trovato alcuni giocatori precedentemente acquistati, c’era la necessità di sistemare 44 calciatori, ne ho sistemati 43 e c’è stato un fermo sulla campagna acquisti dovuto alla volontà di valutare alcuni giocatori e poi intervenire eventualmente a gennaio. Sannino nella sua prima esperienza di Palermo ha faticato ad inserirsi a causa dei suoi metodi, secondo me comunque efficaci, e così abbiamo deciso di richiamarlo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy