Perinetti: “Perdere non un dramma. Giovanili…”

Perinetti: “Perdere non un dramma. Giovanili…”

“Sono stati trascurati troppo i nostri vivai, i nostri settori giovanili per anni ed anni e non si può continuare su questa strada con le società che i giovani invece di costruirseli se.

Commenta per primo!

“Sono stati trascurati troppo i nostri vivai, i nostri settori giovanili per anni ed anni e non si può continuare su questa strada con le società che i giovani invece di costruirseli se li vanno ad acquistare all’estero dove vigono normative più semplici. Bisogna tornare a investire sui settori giovanili e i dirigenti devono varare regolamenti e normative che possano favorire lo sviluppo dei centri di formazione”. E’ il parere di Giorgio Perinetti: l’ex direttore dell’area tecnica del Palermo è intervenuto al Panathlon di Terni. “Il calcio è un gioco e deve essere assimilata anche la cultura della sconfitta, insomma perdere non deve essere un dramma, per tornare a divertirsi con il pallone come quando eravamo bambini noi”, ha concluso il dirigente romano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy